Xi cinese afferma che Hong Kong si sta spostando “dal caos alla governance”

Pechino – Presidente cinese Xi Jinping Venerdì ha delineato il futuro di Hong Kong, saldamente radicato negli obiettivi del governo centrale per la terraferma.

“Hong Kong è ora in una nuova fase di passaggio dal caos alla governance e poi dalla governance a una maggiore prosperità”, ha affermato Xi all’inaugurazione del nuovo amministratore delegato di Hong Kong John Lee.

“I prossimi cinque anni saranno cruciali per Hong Kong per costruire una nuova base e lanciare una nuova partenza”, ha detto Xi, trasmesso in traduzione inglese dai media statali.

Xi ha supervisionato l’insediamento di Lee, un lealista di Pechino, che era l’unico candidato per la carica nelle elezioni di maggio.

Il mandato di Lee durò cinque anni e la sua inaugurazione coincise con il 25° anniversario del passaggio della città dal dominio coloniale britannico alla Cina.

Il 1° luglio 2022 il presidente cinese Xi Jinping e il nuovo amministratore delegato di Hong Kong John Lee hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione. Ji ha presieduto la cerimonia nel suo primo viaggio fuori dalla terraferma dall’epidemia di Covid-19.

Giustino Chin | Bloomberg | Belle foto

Le persone hanno imparato a proprie spese che Hong Kong non dovrebbe essere disturbata e che il caos non può essere visto.

Xi Jinping

Presidente, Cina

Ha menzionato in particolare il secondo centenario obiettivo della Cina di “costruire un paese socialista moderno prospero, forte, democratico, culturalmente avanzato e armonioso” entro il 2049, che segnerà il 100° anniversario della Repubblica popolare cinese.

Xi: Hong Kong “non può permettersi” il caos

Nel raggiungere quegli obiettivi nazionali, o “Quattro fedi”, Xi ha ripetutamente sottolineato il ruolo di “un Paese, due sistemi”.

Questa politica ha consentito a Hong Kong di operare come una regione semi-autonoma sotto il governo di Pechino, pur avendo una certa autonomia legale ed economica che manca ad altre città cinesi.

Le violente proteste su larga scala nel 2019 sono state inizialmente innescate da modifiche proposte a una legge che avrebbe consentito l’estradizione in Cina, una mossa che molti a Hong Kong hanno affermato sarebbe andata contro il principio “un paese, due sistemi”.

Venerdì, Xi ha parlato a lungo dei disordini sociali degli ultimi anni.

“Le persone hanno imparato a proprie spese a non lasciare che Hong Kong cada nel caos e veda il caos”, ha detto. “C’è un ampio consenso sul fatto che non si dovrebbe perdere tempo nello sviluppo di Hong Kong e che tutte le distrazioni dovrebbero essere rimosse in modo che Hong Kong possa concentrarsi sullo sviluppo”.

Il prodotto interno lordo di Hong Kong si è ridotto nel 2019 e nel 2020, poiché le proteste hanno sconvolto l’economia locale, prima che L’epidemia ha chiuso la città ai turisti stranieri e tradizionali. La regione è stata uno dei principali centri finanziari internazionali dell’Asia.

Xi ha affermato che Hong Kong ha contribuito a collegare la terraferma al mondo e che la città cinese è “insostituibile” nel suo contributo allo sviluppo economico della “madrepatria”. Ha notato il ruolo chiave di Hong Kong nell’apertura del mercato interno cinese al resto del mondo.

“Continua a mantenere la sua forza di essere più libero, aperto e a suo agio con le regole internazionali”, ha affermato il presidente cinese.

Si prevede che il PIL di Hong Kong rimbalzerà al 6,4% nel 2021. Tuttavia, l’economia si è ridotta del 4% nel primo trimestre di quest’anno poiché il Covid e un’altra ondata di misure di controllo della pandemia hanno colpito la città.

Lee: Ristabilire “l’ordine dal caos”

Nelle osservazioni prima di Xi venerdì, il nuovo amministratore delegato di Hong Kong ha affermato che “un Paese, due sistemi” è “la pietra angolare per mantenere la prosperità a lungo termine di Hong Kong”.

Lee ha nominato tre importanti proteste tra il 2014 e il 2019 e ha affermato che il “pieno sostegno delle autorità centrali” ha contribuito alla capacità di Hong Kong di superare le sfide.

“Lo stato di diritto è una pietra angolare del successo di Hong Kong”, ha aggiunto il nuovo leader di Hong Kong. Hong Kong sarà implementata Legge sulla sicurezza nazionale E i cambiamenti del sistema elettorale fanno parte del ripristino dell'”ordine dal caos” di Hong Kong.

Nel 2020 il parlamento cinese ha approvato la legge sulla sicurezza nazionale, che ha rafforzato il controllo di Pechino su Hong Kong. La traduzione ufficiale in inglese della legge afferma che una persona che agisce con l’intento di “minare l’unità nazionale” di Hong Kong potrebbe rischiare l’ergastolo, a seconda della gravità del crimine. Anche il finanziamento di tali attività è un crimine.

READ  Liz Cheney dice che Ginny Thomas potrebbe essere citata in giudizio dal comitato del 6 gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.