Veicolo spaziale cinese con 3 banchine con stazione spaziale

PECHINO (AP) – Tre astronauti cinesi hanno attraccato mercoledì mattina presto con la stazione spaziale del loro paese, dove trascorreranno diversi giorni sovrapponendosi a un equipaggio già composto da tre membri per espandere la struttura alla sua massima capacità.

La navicella spaziale Shenzhou-15 è attraccata alla stazione di Tiangong alle 5:42 di mercoledì, circa 6 ore e mezza dopo essere decollata dalla piattaforma di lancio del satellite Jiuquan martedì notte su un razzo vettore Long March-2F.

La missione di sei mesi di Deng Qingming e Zhang Lu, guidati da Fei Junlong, sarà l’ultima nella fase di costruzione della stazione, ha affermato l’agenzia spaziale cinese con equipaggio. È stato aggiunto il terzo e ultimo blocco della stazione Con il lancio all’inizio di questo mese, è uno degli ultimi passi nello sforzo della Cina per mantenere una presenza stabile dell’equipaggio in orbita.

L’equipaggio di Shenzhou-15 lavorerà con l’attuale equipaggio di 3 membri della stazione di Tiangong per diversi giorni prima di tornare sulla Terra dopo una missione di sei mesi.

Fei, 57 anni, è un veterano della missione Shenzhou-6 di quattro giorni del 2005, il secondo volo spaziale con equipaggio della Cina. Deng e Zhang costruiscono i loro primi aerei spaziali.

La stazione si è ora espansa fino alla sua dimensione massima, combinando tre moduli e tre veicoli spaziali per un peso totale di quasi 100 tonnellate.

Tiangong può ospitare fino a sei astronauti alla volta e il passaggio di consegne richiede circa una settimana. Questo segna la prima orbita dell’equipaggio attorno alla stazione.

La Cina deve ancora dire quale lavoro aggiuntivo è necessario per completare la stazione. Il prossimo anno, Xuntian ha in programma di lanciare il telescopio spaziale, che, pur non facendo parte di Tiangong, orbiterà attorno alla stazione in tandem e occasionalmente attraccherà con essa per la manutenzione.

READ  Ecco cosa si aspettano i sostenitori delle tasse dal reddito di Donald Trump

Senza il veicolo spaziale collegato, la stazione cinese pesa circa 66 tonnellate — parte della Stazione Spaziale Internazionale, che ha lanciato il suo primo modulo nel 1998 e pesa circa 465 tonnellate.

Con una durata di 10-15 anni, Tiangong un giorno sarà l’unica stazione spaziale ancora operativa se la Stazione Spaziale Internazionale si ritirerà nei prossimi anni come previsto.

Anche se quest’anno il programma spaziale con equipaggio della Cina compie ufficialmente trent’anni, in realtà è iniziato nel 2003, quando la Cina è diventata il terzo paese dopo Stati Uniti e Russia a inviare un uomo nello spazio utilizzando le proprie risorse.

Il programma è gestito dall’Esercito Popolare di Liberazione, l’ala militare del Partito Comunista al potere, e funziona quasi interamente senza sostegno esterno. Gli Stati Uniti escludono la Cina dalla Stazione Spaziale Internazionale Sebbene la Cina abbia una cooperazione limitata con le agenzie spaziali di altri paesi a causa dei legami militari del suo programma.

La Cina ha anche collezionato successi di missioni senza commissione: il suo rover Yutu 2 è stato il primo a esplorare il lato nascosto della Luna poco conosciuto.

La sonda cinese Chang’e 5 ha restituito le rocce lunari sulla Terra nel dicembre 2020 per la prima volta dagli anni ’70, e un altro rover cinese sta cercando prove della vita su Marte.

I funzionari stanno prendendo in considerazione un’ultima missione sulla luna, anche se non è stata data alcuna tempistica, mentre la NASA va avanti con il suo programma di sonda lunare Artemis, che mira a inviare quattro astronauti intorno alla luna nel 2024 e far atterrare gli esseri umani all’inizio del 2025.

READ  Il Covid a lungo termine colpisce una persona su 20 più di sei mesi dopo l'infezione

Mentre per la maggior parte procede senza intoppi, anche il programma spaziale cinese ha causato polemiche. Pechino ha respinto le lamentele secondo cui avrebbe permesso agli stadi dei razzi di cadere senza controllo sulla Terra Dopo aver accusato la NASA di “non aver rispettato gli standard responsabili per quanto riguarda i loro detriti spaziali”. Nel frattempo, parti del razzo cinese sono atterrate nell’Oceano Indiano.

Si dice anche che la Cina stia sviluppando un aereo spaziale top-secret e la sua crescente capacità spaziale nell’ultima strategia di difesa del Pentagono, un progetto che fa parte dell ‘”approccio olistico della Cina alla guerra collettiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.