Scandalo Qatar – DW – 13/12/2022 – I legislatori dell’UE licenziano Eva Kaili

La maggioranza dei membri del Parlamento europeo ha votato martedì per rimuovere Eva Kylie dalla carica di vicepresidente dell’organizzazione. La mozione per terminare anticipatamente il suo mandato è stata sostenuta da 625 eurodeputati, con un voto contrario e due astensioni.

Come uno dei 14 vicepresidenti del corpo, ha bisogno di una maggioranza di due terzi per dimettersi.

Chi è Eva Kylie?

Un socialdemocratico greco di 44 anni è stato arrestato venerdì in Belgio dopo aver fatto parte di un gruppo che cercava tangenti dal Qatar per promuovere politiche amiche dello stato del Golfo.

Uno scandalo di corruzione ha scosso l’Unione Europea

Per visualizzare questo video, abilita JavaScript e aggiorna il tuo browser web Supporta video HTML5

Kylie è già stata sospesa dal lavoro ed è in custodia di polizia. Le autorità belghe hanno detto che ulteriori informazioni sulle specifiche accuse penali contro di lui sarebbero state annunciate mercoledì.

Il politico greco e tre dei suoi cospiratori sono accusati di aver ricevuto doni sontuosi e ingenti somme di denaro da agenti del Qatar.

Qual è la posizione di Kylie?

Sia il Qatar che il legislatore hanno negato qualsiasi illecito. L’avvocato di Kylie, Michalis Dimitrakopoulos, ha dichiarato martedì che la sua posizione era che “non aveva nulla a che fare con la corruzione del Qatar”.

Parlando alla televisione greca, Dimitrakopoulos ha affermato che non confermerà né smentirà che nella sua casa siano state trovate ingenti somme di denaro. belga Avvocati Si dice che centinaia di migliaia di euro siano stati trovati nelle case di diversi sospetti e in una stanza d’albergo.

Diversi legislatori europei hanno chiesto a Kylie di dimettersi. “Dato il livello di corruzione, questo è il minimo che possiamo aspettarci da lei”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters l’eurodeputata Manon Aubry, co-presidente del gruppo di sinistra.

Manfred Weber del Partito popolare europeo conservatore ha dichiarato: “I nostri colleghi al Parlamento europeo sono profondamente scioccati. Questi sviluppi riflettono un pesante fardello”.

Transparency International dice a DW che il Parlamento europeo ha “regole sussidiarie di integrità e antifrode”

Per visualizzare questo video, abilita JavaScript e aggiorna il tuo browser web Supporta video HTML5

Qual è l’effetto sul Parlamento?

Lo scandalo ha gravemente danneggiato la reputazione del Parlamento europeo. L’organismo è l’unico organismo nell’Unione europea che comprende funzionari eletti direttamente dai 27 Stati membri.

Ha scosso il gruppo dei Socialisti e Democratici (S&D) in assemblea, il secondo gruppo più numeroso nell’organismo di 705 membri, che unisce l’intero centrosinistra.

Diversi paesi dell’UE, tra cui la Germania, hanno affermato che la credibilità dell’unione di 27 nazioni è a rischio.

Alla domanda se il Parlamento europeo potesse risolvere la situazione, Eric Marquardt, deputato europeo del Partito dei Verdi, ha dichiarato a DW che “questo danno non può essere riparato”.

“È molto facile perdere la fiducia ed è molto difficile recuperarla. Penso che non possiamo chiedere la fiducia delle persone ora, dobbiamo fare i compiti”, ha detto, aggiungendo che è tempo di verificare quali regole dovrebbero essere in posto. Sarà rafforzato e implementato meglio per prevenire tali truffe in futuro.

es/dj (dpa, AFP, Reuters, AP)

READ  Dow chiude oltre 300 punti, le azioni crollano a 3 settimane indotta dalla Fed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.