Microsoft si impegna per 10 anni a portare Call of Duty sulle console Nintendo

In seguito all’acquisizione di Activision Blizzard, Microsoft ha ufficialmente assunto un “impegno di 10 anni” per portare Call of Duty sulle console Nintendo.

Il boss di Xbox, Phil Spencer, ha condiviso la notizia su Twitter, confermando che Microsoft continuerà a offrire titoli Call of Duty su Steam anche dopo la fine dell’accordo.

L’ultima volta che un titolo importante di Call of Duty è stato su una console Nintendo è stato Call of Duty: Ghosts del 2013, che è arrivato su Wii U. Da allora, i franchise Nintendo sono rimasti indietro quando si tratta di vendite. Proprietari sportivi di tutti i tempi.

Nell’ottobre 2022, Spencer ha dichiarato di voler vedere Call of Duty su Switch e che l’obiettivo di Xbox era “trattare Call of Duty come Minecraft”. Ora sembra che quel piano sia in atto.

La notizia arriva in un momento in cui molti occhi sono puntati sull’accordo Blizzard tra Microsoft e Activision, e molti si stanno concentrando su cosa significhi la fusione per il futuro di Call of Duty su PlayStation. Spencer ha affermato che Call of Duty verrà spedito su PlayStation fino alla spedizione di PlayStation, e sono emerse notizie secondo cui Microsoft manterrà Sony con un accordo decennale simile sulla piattaforma.

Call of Duty è uno dei titoli più popolari in questo accordo, poiché pochi sono preoccupati per il fatto che altri titoli AAA simili siano bloccati sulla stessa piattaforma che abbasserebbero i benchmark. Microsoft ha negato queste affermazioni e molti dei suoi commenti sono stati pubblici.

READ  Eagles QB Jalen Hurts si è slogato la spalla destra ed è discutibile per la partita di sabato e Cowboys

“Continueremo a perseguire Sony e Tencent sul mercato dopo la chiusura dell’accordo, e Activision e Xbox insieme andranno a vantaggio di giocatori e sviluppatori e renderanno il settore più competitivo”, ha dichiarato il portavoce di Microsoft David Goody.

L’accordo Blizzard tra Microsoft e Activision è attualmente in fase di revisione da parte della FTC e delle autorità di regolamentazione in Europa e nel Regno Unito. Le due parti hanno tempo fino a luglio 2023 per completare l’accordo o affrontare la rinegoziazione dell’accordo.

Abbiamo un suggerimento? Vuoi discutere di una potenziale storia? Invia e-mail a newstips@ign.com.

Adam Pankhurst è uno scrittore di notizie per IGN. Puoi seguirlo su Twitter @AdamBankhurst E avanti trazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.