Meadows non dovrà affrontare accuse di frode elettorale nella Carolina del Nord

RALEIGH, Carolina del Nord (AP) — Marco PratiL’ex capo dello staff della Casa Bianca del presidente Donald Trump non dovrà affrontare accuse di frode elettorale relative alla registrazione del 2020 e al mancato voto nella Carolina del Nord, ha annunciato venerdì il procuratore generale dello stato.

Meadows, un ex membro del Congresso della Carolina del Nord occidentale che ha lavorato con Trump nei suoi ultimi mesi nello Studio Ovale, è stato un schietto sostenitore delle affermazioni infondate dell’ex presidente secondo cui le elezioni presidenziali del 2020 gli sarebbero state rubate. Quando lo ha descritto, Meadows ha attirato l’attenzione dei pubblici ministeri Si è registrato per votare allo stesso tempo È apparso nella Carolina del Nord e in altri due stati.

principalmente basato su Risultati dell’indagine sulle frodi elettorali Completato dallo State Bureau of Investigation, il procuratore generale Josh Stein ha dichiarato all’Associated Press che non c’erano prove sufficienti per perseguire Meadows o sua moglie, Debra.

“La nostra conclusione è … che avevano argomenti che li avrebbero aiutati se fossero stati perseguiti oltre ogni ragionevole dubbio che avrebbero potuto dimostrare di aver commesso frodi elettorali intenzionali”, ha detto Stein, un democratico. Un’intervista.

Meadows, un repubblicano, ha elencato una casa mobile a Scaly Mountain, nella Carolina del Nord, mentre prestava servizio come capo dello staff, e si è registrato per votare il 19 settembre 2020, un indirizzo fisico che non possedeva, mostrano i registri pubblici. Meadows ha votato per assente nella Carolina del Nord per le elezioni generali di novembre, quando Trump ha vinto lo stato del campo di battaglia per appena 1 punto percentuale.

READ  La SEC multa Ernst & Young per 100 milioni di dollari per frode dei revisori dei conti

Il New Yorker, che ha riferito per primo della registrazione di Meadows nel 2020 all’inizio di quest’anno, ha detto alla rivista che la moglie di Meadows ha affittato la proprietà per un breve periodo di tempo e vi ha trascorso solo un paio di notti.

I pubblici ministeri professionisti all’interno del dipartimento di Stein hanno raccomandato di non perseguire le accuse. In una nota a Stein, Le prove mostrano che Meadows e sua moglie hanno firmato un contratto di locazione di un anno per la residenza di Scaly Mountain fornita dal loro padrone di casa, hanno detto i pubblici ministeri. I tabulati dei telefoni cellulari indicano che Debra Meadows era a Scaly Mountain e dintorni nell’ottobre 2020 e suo marito si è qualificato per un’esenzione dalla residenza ai sensi della legge statale perché era nel servizio pubblico a Washington.

I funzionari elettorali interpretano la legge statale in modo che una persona possa registrarsi come “residente permanente” almeno 30 giorni prima delle elezioni. La compilazione fraudolenta o falsa del modulo di registrazione è un reato di basso livello.

Mark Meadows “certamente non ha mai risieduto fisicamente all’indirizzo di Scaly Mountain”, afferma il promemoria, aggiungendo che “i fattori che favoriscono la residenza nella contea di Macon superano i fattori che pesano sulla residenza”.

Ben Williamson, portavoce di Mark Meadows, ha dichiarato in una dichiarazione di non avere commenti sulla decisione di Stein. Mark e Debra Meadows hanno rifiutato di essere intervistati da SBI, secondo il promemoria.

L’Ufficio per le Prosecuzioni Speciali di Stein presso il Dipartimento di Giustizia ha assunto le indagini su richiesta del procuratore distrettuale della contea di Macon, situata a Scaly Mountain, a circa 90 miglia (145 chilometri) a sud-ovest di Asheville. Il procuratore distrettuale si è ritirato poiché Meadows ha contribuito alla sua campagna ed è apparso in annunci politici che lo sostenevano. L’ufficio del procuratore speciale ha chiesto a SBI di indagare e l’agenzia ha completato il suo lavoro preliminare il mese scorso.

READ  Perché l'AP ha chiamato la corsa governativa dell'Oregon a Tina Codec

Entro aprile, il consiglio elettorale della contea di Macon Rimosse le praterie dalle liste elettorali locali.

Meadows si è registrato per votare in Virginia nel 2021 e nella Carolina del Sud questo marzo, dopo che lui e sua moglie hanno acquistato una casa lì, mostrano i registri pubblici.

Meadows ha iniziato a sollevare sospetti nell’opinione pubblica su una diffusa frode degli elettori fino alle elezioni generali del 2020, quando i sondaggi hanno mostrato che Trump era dietro al presidente Joe Biden. Ha ripetuto quelle affermazioni infondate durante tutto il ciclo elettorale e dopo la corsa, poiché Trump ha insistito sul fatto che le elezioni fossero truccate.

I funzionari elettorali di entrambi i partiti, i giudici e il procuratore generale di Trump hanno concluso che non c’erano prove di frodi elettorali diffuse nelle elezioni del 2020.

Meadows è stato protagonista di un comitato della Camera degli Stati Uniti che ha indagato sugli eventi che hanno portato alle rivolte del Campidoglio il 6 gennaio 2021. Stein ha detto, esortando i pubblici ministeri federali a “ritenere responsabili” coloro che hanno cospirato per “mettere in pericolo la nostra democrazia”. In un comunicato stampa, il suo ufficio ha affermato che tali questioni non erano rilevanti per le accuse di frode esaminate.

Stein ha detto all’AP che anche se la sua indagine è conclusa, il caso potrebbe essere riaperto se emergessero prove da indagini in altre giurisdizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.