Manifestanti bancari attaccati da folle in borghese nella provincia cinese di Henan

Centinaia di clienti di banche rurali nella provincia di Henan, nella Cina centrale, sono stati attaccati e trascinati via da uomini non identificati domenica.

Da metà aprile, i depositanti hanno fatto pressioni sulle autorità dell’Henan affinché aiutassero a recuperare i risparmi di almeno quattro piccole banche “di villaggio” che hanno smesso di prendere denaro. La campagna ha attirato l’attenzione nazionale il mese scorso dopo che una manifestazione programmata a Zhengzhou, la capitale dell’Henan, è stata sventata da codici sanitari digitali che sono misteriosamente diventati rossi. Dopo una protesta a livello nazionale per l’uso improprio del blocco del coronavirus, il governo federale ha punito cinque funzionari locali.

Durante il fine settimana, i depositanti hanno riprovato, questa volta con codici “verdi” appropriati. Nelle prime ore di domenica mattina, secondo i video dell’incidente condivisi sui social cinesi, centinaia di manifestanti hanno marciato sui gradini di una filiale locale della Banca popolare cinese portando cartelli accusandoli di corruzione, uno dei quali letto in inglese “Nessun deposito. Nessun diritto umano.”

Come un enorme “schema Ponzi” cinese ha attirato gli investitori

“I sogni cinesi di 400.000 depositanti vanno in frantumi nell’Henan”, si legge in un altro striscione, riferendosi allo slogan del presidente Xi Jinping di una vita migliore per coloro che hanno lavorato lealmente al Partito Comunista Cinese. Molti hanno sventolato bandiere nazionali cinesi.

Hanno anche accusato il governo di collaborare con la “mafia” per reprimere violentemente le proteste. Non è chiaro il motivo per cui le banche hanno congelato i prelievi, ma secondo i media locali, la polizia sta attualmente indagando sull’Henan New Fortune Group, azionista delle quattro banche, con l’accusa di raccolta fondi illegale.

READ  40 La migliore ricevitore audio bluetooth del 2022 - Non acquistare una ricevitore audio bluetooth finché non leggi QUESTO!

In Cina, è consuetudine che la polizia indossi simboli prestabiliti invece di indossare uniformi in occasione di eventi importanti. Gli avvocati cinesi per i diritti umani, durante precedenti procedimenti legali per giornalisti e diplomatici stranieri, sono stati occasionalmente spinti da uomini non identificati che indossavano identici distintivi gialli con lo smiley mentre si radunavano fuori dal tribunale.

Le dimostrazioni insolitamente audaci sono state accolte da dozzine di agenti di polizia in uniforme e un gruppo di uomini robusti, per lo più in top bianchi, che si sono riuniti tutti insieme. I video dell’incidente, ampiamente condivisi sui social media cinesi prima dell’ingresso della censura, mostravano ufficiali in camicia blu in attesa mentre uomini corpulenti in camicia bianca iniziavano ad attaccare la folla. I manifestanti sono stati trascinati giù per una rampa di scale prima di essere portati via. Alcuni sono stati presi in autobus, provocando spesso feriti nelle collisioni.

“Sono rimasto scioccato da ieri a oggi”, ha detto un manifestante in un’intervista, chiedendo l’anonimato per paura di ripercussioni ufficiali per aver parlato con i media stranieri. Ha ripetutamente descritto gli uomini come “non identificati”, ma “non avrei mai pensato che le autorità potessero infliggere questo tipo di violenza contro gente comune disarmata e indifesa”.

“Se non l’avessi vissuto io stesso, non ci avrei creduto. In passato, quando i media stranieri riportavano tali incidenti, pensavo che fosse scandaloso”, ha detto.

L’università cinese è teatro di una rara protesta contro il blocco del coronavirus

In risposta ai video della scena, il professore di diritto dell’Università di Tsinghua Lao Dongyan ha invitato il microblog Weibo a chiedere che coloro che sono dietro il pestaggio siano ritenuti penalmente responsabili.

READ  40 La migliore ventilatore per casa del 2022 - Non acquistare una ventilatore per casa finché non leggi QUESTO!

Lao ha affermato che il “sistema immunitario” dei media e la legge avrebbero dovuto impedire la ricerca dei depositanti di recuperare i propri risparmi da scene così brutali. “Questo è un segno sicuro di un problema con il sistema immunitario: tutti i normali percorsi di sollievo sono bloccati. La cosa spaventosa è che questo potrebbe essere un inizio”, ha detto.

Nonostante gli sforzi diffusi da parte del Partito Comunista Cinese ossessionato dalla stabilità per prevenire i disordini pubblici, la perdita di risparmi è una causa relativamente comune di proteste in Cina. Negli ultimi anni, un giro di vite sui prodotti finanziari scarsamente regolamentati e sui prestiti peer-to-peer ha esercitato pressioni sulle autorità affinché coprissero le perdite che hanno ripetutamente costretto gli investitori.

Le banche rurali cinesi sono attualmente al centro di una campagna governativa per frenare il debito. Secondo la People’s Bank of China, queste istituzioni costituiranno circa il 29% di tutte le istituzioni finanziarie ad alto rischio del paese entro la metà del 2021.

Di fronte alla concorrenza delle aziende più grandi, negli ultimi anni molte banche più piccole hanno cercato di attirare depositi utilizzando tassi di interesse elevati e hanno registrato clienti in tutto il paese per servizi online. I regolamenti per le banche non sono stabiliti per i finanziamenti su Internet, ha affermato He Bing, professore alla School of Finance della Renmin University. disse Rivista Chanlian Lifeweek.

La Commissione per la regolamentazione bancaria e assicurativa dell’Henan ha dichiarato domenica che accelererà il processo di verifica per i clienti delle quattro banche del villaggio oggetto di indagine e annuncerà presto una soluzione al problema.

READ  L'America salva gli Stati occidentali dai tagli dell'acqua del fiume Colorado - per ora

Tuttavia, i depositanti continuano a cercare modi per fare pressione sul governo dell’Henan affinché non ignori il caso, secondo i commenti fatti nell’account Weibo ufficiale dell’ambasciata statunitense in Cina. “Riferisci rapidamente su Zhengzhou. Salvaci”, ha scritto un utente domenica.

Vic Chiang a Taipei, Taiwan ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.