L’Olanda mette il Manchester City in testa alla Premier League dopo il rigore nei minuti di recupero contro il Fulham

In un finale frenetico, Erling Holland ha fatto quello che sa fare meglio, rivendicando il vincitore ai tempi supplementari per regalare ai campioni una classica vittoria in combattimento nonostante abbia giocato quasi 65 minuti con 10 uomini.

Il vincitore è arrivato dopo che Kevin De Bruyne ha pareggiato Anthony Robinson per un fallo che ha portato a un rigore: sebbene il risultato fosse alquanto prevedibile, è stato l’impareggiabile 23esimo gol stagionale del norvegese ad andare sotto il corpo di Bernd Leno.

Holland, entrato dopo un’ora, sembrava essere l’eroe del City al 75′ quando ha colpito di testa il cross di De Bruyne. Ma il n.9 è stato giudicato fuorigioco dal VAR – giustamente – e Fulham Robert Jones è scappato, anche se non è riuscito ad avere la stessa fortuna di Pep Guardiola, che era stato infelice fin dall’intervallo, dando al quarto ufficiale la sua ultima pulce nell’orecchio per qualche ingiustizia.

Julian Alvarez ha portato il Manchester City in vantaggio per 1-0 dopo 17 minuti. Foto: Richard Callis/MP Media/Getty Images

Il City era irritato e spostato dall’espulsione nel primo tempo di Joao Cancelo, anche se il difensore non si è lamentato e il rigore dell’arbitro Darren England sembrava che il City avesse perso punti per la prima volta da quando ha perso contro il Liverpool. Lo scorso mese. La frustrazione di Guardiola per il modo in cui Cancelo ha tenuto a bada Harry Wilson in area lo ha spinto a rimproverare il terzino sinistro al 7° quando il calcio di Andreas Pereira ha annullato il punteggio precedente di Julian Alvarez.

Tutto questo è arrivato prima della pausa. Nonostante fosse un uomo a terra a 27 minuti dalla fine, Guardiola ha portato Holland e Phil Foden per inseguire la vittoria. La sua squadra ha dominato da questo momento in poi: l’Olanda ha sprecato un’occasione d’oro prima di un gol annullato, Ilkay Gundogan lo ha attutito con un colpo di testa, il destro del norvegese si è connesso solo con l’aria.

I padroni di casa, attraverso Gundogan e De Bruyne, hanno continuato a girare la palla attorno al Fulham alla ricerca del vincitore, con l’Olanda una minaccia particolare. De Bruyne è saltato giù dalla sinistra e ha lanciato un tiro al volo in cielo per il numero 9, prima che Foden Gundogan facesse lo stesso quando lanciava la palla verso di lui: il City era a pochi centimetri di distanza ogni volta.

Ma ai cinque minuti di recupero l’Olanda ha segnato, sembrando negare l’espulsione di Marco Silva che aveva dato un’ancora di salvezza agli ospiti.

READ  Dow Jones Futures: l'ondata di guadagni di Apple, l'aumento dei tassi della Fed incombe; cosa fare adesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.