L’ex consigliere della Casa Bianca di Trump, Pat Cipolon, è stato convocato dal comitato il 6 gennaio.

Don Ciplon, l’ex consigliere della Casa Bianca di Donald Trump, è stato archiviato dalla giuria mercoledì 6 gennaio, e la sua giuria sta ora lavorando allo scopo finale dell’ordine per future testimonianze, affermano le fonti.

“L’indagine della commissione ha scoperto prove che Cipolone ha ripetutamente sollevato preoccupazioni legali e di altro tipo sulle attività del presidente Trump prima del 6 gennaio”, hanno affermato Benny Thompson e Wyoming, Mississippi Democrats, che ha presieduto e presieduto il comitato del 6 gennaio. Lo ha detto la repubblicana Liz Cheney in una nota.

Fonti a lui vicine hanno riferito ad ABC News che Cipollone sta valutando Sapona e che il suo team è finalmente coinvolto in un panel sui parametri che circondano i davanzali delle porte chiuse.

Lui e il gruppo dovrebbero raggiungere un accordo sui termini entro il 6 luglio, anche se le fonti insistono sul fatto che i colloqui siano fluidi.

Gli argomenti per la testimonianza di Cipolon e del suo team includono: le azioni di Jeffrey Clark, l’ex giudice capo della magistratura, che utilizza i poteri del DOJ per contrastare le elezioni presidenziali del 2020; gen. 6, 2021, fatta eccezione per una conversazione diretta con l’ex presidente Trump, cosa ha fatto Cipolon; Contatti che ha avuto o avuto con l’ex avvocato di Trump John Eastman; Ha frequentato o contattato i membri del Congresso per il periodo post-elettorale post-2020.

Le informazioni condivise con il gruppo potrebbero essere influenzate da una serie di fattori, hanno affermato fonti che hanno familiarità con le discussioni. Ciò include se la presenza di Trump a uno qualsiasi degli incontri passati porterà a potenziali rivendicazioni al potere esecutivo.

READ  40 La migliore olio teak del 2022 - Non acquistare una olio teak finché non leggi QUESTO!

Cipolon e l’ex consigliere della Casa Bianca Pat Bilpin Il team ha incontrato gli analisti Per un colloquio informale ad aprile. Cipolon e Philp sono stati coinvolti su questi argomenti durante un precedente incontro con gli investigatori del comitato.

La nuova sapona arriva il giorno dopo che Sipolon è stato menzionato più e più volte Durante la testimonianza di Cassidy Hutchinsongen. 6, 2021, che è stato un aiutante dell’amministratore delegato di Trump, Mark Meadows, prima e dopo l’attacco al Campidoglio.

Dopo essersi rivolto all’Ellisse vicino alla Casa Bianca la mattina del 6 gennaio, Hutchinson ha detto alla commissione durante l’audizione di martedì che Sipolon era fermamente convinto che Trump non dovesse venire in Campidoglio con i suoi sostenitori.

“Se creiamo quel movimento, saremo ritenuti responsabili di ogni crimine che possiamo immaginare”, ha ricordato Cipolon che gli aveva detto in quel momento.

Rispondendo all’annuncio della giuria, un avvocato che ha familiarità con le argomentazioni di Cipollone ha detto mercoledì ad ABC News: “Ovviamente, è necessaria una sapona prima che anche le prove della trascrizione dell’ex comitato consultivo della Casa Bianca possano essere prese in considerazione”.

Pat Cipolon partecipa a una conferenza il 29 marzo 2020 al Rose Garden della Casa Bianca a Washington.

Patrick Semansky / AB, fascicolo

“Ora una sapona è stata emessa e sarà valutata in questioni di privilegio che sono rilevanti”, ha detto l’avvocato.

Il gruppo ha scritto in una lettera alla sapona di Cipolon che “hanno continuato a ottenere prove che eri in una posizione unica per testimoniare; tuttavia, ti sei rifiutato di collaborare ulteriormente con noi”.

READ  Notizie recenti sulla guerra in Russia e Ucraina

Cipolon è stato uno dei pochi aiutanti dell’allora presidente Trump nell’ala ovest il 6 gennaio. Nei giorni successivi all’attacco a Capitol, Cipolon ha avvisato Trump che avrebbe potuto affrontare responsabilità civile in relazione a Trump, secondo quanto riportato da ABC News. Il suo ruolo nell’incoraggiare i sostenitori a marciare sul Campidoglio.

Cipollone e il suo vice Philp hanno preso parte a una riunione dello Studio Ovale il 3 gennaio 2021, in cui Trump ha esortato l’allora procuratore generale Jeffrey Rosen a essere sostituito da Clark, un lealista di Trump. .

Secondo un rapporto della commissione del Senato pubblicato l’anno scorso, Ciplon e Philpine hanno chiarito a Trump che si sarebbero dimessi se Clark fosse stato insediato, secondo un rapporto dettagliato della commissione del Senato pubblicato l’anno scorso sugli eventi dettagliati in cui Trump e i suoi alleati hanno cercato di utilizzare il DOJ per contrastare le elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.