Le vendite di case negli Stati Uniti registrano il decimo calo mensile

Novembre è sceso del 7,7% rispetto al mese precedente a un tasso annuo destagionalizzato di 4,09 milioni, il tasso più debole da maggio 2020, ha dichiarato mercoledì la National Association of Realtors. Le vendite di novembre sono diminuite del 35,4% rispetto all’anno precedente. La serie di declini è stata la più lunga nei dati risalenti al 1999, ha affermato il NAR.

Le vendite di case esistenti sono diminuite di circa il 37% rispetto al recente picco di gennaio. I tassi sui mutui sono saliti al 7% a inizio novembre dal 3,1% di fine 2021. Ciò ha aumentato le rate del mutuo previste di centinaia di dollari al mese per molti acquirenti, spingendo molti acquirenti fuori dal mercato.

Quest’anno è tagliente Recessione del mercato immobiliare La Federal Reserve rappresenta una via importante Aumenti aggressivi dei tassi di interesse stanno vacillando nell’economia. Nel tentativo di combattere l’elevata inflazione tagliando la spesa, le assunzioni e gli investimenti, la banca centrale ha alzato i tassi sette volte quest’anno, anche a novembre e la scorsa settimana.

La fiducia dei consumatori statunitensi è aumentata bruscamente questo mese al valore più alto da aprile a causa dell’allentamento delle pressioni inflazionistiche e di un mercato del lavoro flessibile, ha affermato mercoledì il Conference Board, un gruppo di ricerca privato, in un rapporto separato. Il suo indice di fiducia dei consumatori è salito a 108,3 a dicembre da un 101,4 rivisto a novembre.

I primi guadagni azionari hanno subito un’accelerazione Dopo che i rapporti sono stati rilasciati mercoledì. La media industriale del Dow Jones è salita dell’1,6%, mentre l’S&P 500 e il Nasdaq Composite sono saliti entrambi dell’1,5%. Il rendimento del Tesoro a 10 anni è leggermente aumentato, mentre il rendimento a due anni è diminuito.

READ  Un razzo Atlas V lancia 2 satelliti per comunicazioni

Prezzi delle case sono diminuiti rispetto ai picchi primaverili Negli Stati Uniti e in alcuni mercati i prezzi sono diminuiti rispetto ai livelli di un anno fa. Ma su base nazionale, i prezzi sono ancora più alti rispetto allo scorso anno, poiché l’offerta di case in vendita rimane più limitata del solito.

Il prezzo medio delle case esistenti a novembre è aumentato del 3,5% rispetto all’anno precedente a $ 370.700, secondo il NAR. I prezzi sono scesi per il quinto mese consecutivo dopo aver toccato il massimo record di $ 413.800 a giugno.

“L’attività di vendita di oggi a novembre è simile al periodo di blocco di maggio 2020”, ha affermato Lawrence Yun, capo economista di NAR. “I dati sulle vendite di novembre di oggi riflettono chiaramente questo rapido aumento dei tassi ipotecari”.

Sig. Yun ha detto.

Anna e Gabriel Martinez, che vivono in un appartamento a San Antonio, stanno cercando di comprare una casa in periferia. Pensano che le case lì siano troppo care e si preoccupano della sicurezza del loro posto di lavoro se l’economia entrerà in recessione il prossimo anno. Di recente hanno deciso di rimanere nel loro appartamento per un altro anno.

“Nonostante il nostro reddito e l’acconto, non è sicuro per noi in questo momento, o almeno questa è la sensazione”, ha detto Mr. disse Martínez. “A questo punto l’anno prossimo, avremo una buona occhiata a dove si trova il mercato [and] Se va bene premere il grilletto”.

Nonostante le previsioni di un mercato immobiliare in raffreddamento nel 2022, i prezzi delle case negli Stati Uniti stanno ancora raggiungendo livelli record, anche se i tassi dei mutui sono aumentati negli ultimi mesi. Dion Rabouin del WSJ spiega cosa sta guidando la domanda, le prove di una recessione all’orizzonte e cosa significa per l’economia. Composizione della foto: Ryan Trefes

I funzionari della banca centrale la scorsa settimana hanno segnalato piani per aumentare i tassi di interesse il prossimo anno Per ridurre l’inflazione elevata Riducendo la crescita economica. Il raffreddamento del mercato immobiliare è una parte fondamentale di tale processo, poiché le deboli vendite di case riducono la spesa legata all’umidità per ristrutturazioni, decorazioni e paesaggistica. a noi Le vendite al dettaglio sono diminuite a novembre Negozi che vendono mobili, arredi per la casa, elettronica ed elettrodomestici, materiali da costruzione e attrezzature e forniture da giardino, ha dichiarato la scorsa settimana il Dipartimento del Commercio.

Le case in genere vanno sotto contratto un mese o due prima della chiusura del contratto, quindi i dati sulle vendite di novembre riflettono principalmente le decisioni di acquisto prese in ottobre e settembre.

Ci sono i primi segnali di una leggera ripresa della domanda nelle ultime settimane poiché i tassi ipotecari sono scesi rispetto ai massimi recenti. Il tasso medio su un mutuo a tasso fisso di 30 anni è sceso al 6,31% la scorsa settimana, in calo rispetto a oltre il 7% all’inizio di novembre, secondo l’Agenzia finanziaria per gli alloggi.

Freddy Mac

detto giovedì.

Le richieste di mutuo per la casa sono aumentate del 4% su base destagionalizzata nella settimana terminata il 9 dicembre, secondo la Mortgage Bankers Association. Intermediazione immobiliare

Redfin Corp

Una misura destagionalizzata della domanda di acquisto di case, che tiene traccia delle richieste degli acquirenti, è aumentata del 5% nelle quattro settimane terminate l’11 dicembre rispetto al mese precedente.

Ma molti acquirenti stanno aspettando fino alla primavera, quando l’inventario delle case in vendita aumenta e i prezzi scendono ulteriormente, dicono gli agenti immobiliari.

In alcuni mercati, i prezzi stanno già diminuendo di anno in anno. Il prezzo medio di vendita nella contea di Ada, Idaho, che include Boise, è sceso del 2,5% a novembre rispetto all’anno precedente, secondo Boise Regional Realtor. I prezzi medi di vendita nell’area metropolitana di Phoenix sono scesi dello 0,9% a novembre e sono rimasti invariati nell’area metropolitana di Austin, in Texas, secondo i gruppi immobiliari locali.

Il numero di case in vendita è aumentato rispetto a un anno fa poiché le case rimangono sul mercato più a lungo, ma i potenziali venditori Riluttanza a elencare le loro case. Molti proprietari di case hanno tassi sui loro mutui inferiori al 4% e non vogliono rinunciare al loro tasso attuale per un prezzo più alto per una nuova casa.

La tipica casa venduta a novembre è rimasta sul mercato per 24 giorni, rispetto ai 21 giorni del mese precedente, ha riferito NAR.

A livello nazionale, 1,14 milioni di case erano in vendita o sotto contratto alla fine di novembre, in calo del 6,6% da ottobre e in aumento del 2,7% da novembre 2021, secondo il NAR. Al ritmo attuale delle vendite, alla fine di novembre c’era un’offerta di case sul mercato di 3,3 mesi.

Ilana Ben-Ezra e Mendel Checher hanno firmato un contratto per acquistare la loro prima casa a novembre.


Foto:

Ilana Ben-Ezra

Il mese scorso a Boca Raton, in Florida. Gli alti tassi di interesse non hanno impedito a Ilana Ben-Ezra e Mendel Zecher di stipulare un contratto per acquistare la loro prima casa a Hanno accettato di pagare $ 592.500 per la casa con tre camere da letto e un ufficio, il 9% in meno rispetto al prezzo di listino.

“Si bilancia: le tariffe salgono e i prezzi scendono”, ha detto Mr. disse Zecher. “Penso che questo ci abbia permesso di trovare un buon affare.”

La quota di mercato dei nuovi acquirenti è stata del 28% a novembre, rispetto al 26% dell’anno precedente. Circa il 26% delle vendite di case esistenti a novembre sono state acquistate in contanti, rispetto al 24% dello stesso mese di un anno fa, secondo il NAR.

Le vendite di case esistenti sono diminuite di più mese su mese, in calo del 12,5% nell’ovest e del 7,1% nel sud.

Costruttori di case Offrono incentivi agli acquirenti e riduzioni di prezzo in alcuni mercati In risposta alla bassa domanda.

La fiducia dei costruttori di case statunitensi è scesa per il 12° mese a dicembre al livello più basso da aprile 2020, ha riferito questa settimana la National Association of Home Builders.

L’inizio degli alloggi, la misura dell’attività di costruzione di case negli Stati Uniti, è sceso dello 0,5% a novembre da ottobre, ha dichiarato questa settimana il Dipartimento del Commercio. I permessi di soggiorno, un indicatore per la futura costruzione di case, sono diminuiti dell’11,2%.

Notizie Corp,

Il proprietario della rivista gestisce Realtor.com su licenza di NAR.

Scrivi a Nicole Friedman a nicole.friedman@wsj.com

Copyright ©2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.