Le azioni al dettaglio scendono mentre l’S&P 500 scivola

L’S&P 500 è sceso mercoledì mentre gli investitori hanno pesato un cupo aggiornamento del trimestre festivo da Target, pesando sulle azioni al dettaglio.

L’indice di mercato generale è sceso lo scorso 0,8% e il Nasdaq Composite è sceso dell’1,4%, mentre la media industriale Dow Jones ha faticato a mantenere una linea piatta.

Le mosse sono arrivate dopo che Target ha riportato un calo delle vendite mentre le famiglie affrontano un’inflazione più elevata in vista della più grande stagione di acquisti dell’anno per il rivenditore. Attenzione titoli pesati, Invia più del 15% del bersaglio E il peggior giorno da maggio. Advanced Auto Parts e Target sono diminuiti di percentuali a due cifre. Anche Macy’s, Kohl’s, Nordstrom e Gap hanno perso molto.

“Una stagione di guadagni volatili per la vendita al dettaglio ha costretto gli investitori a concentrarsi sulla loro esposizione al dettaglio, soprattutto perché il divario tra la vendita al dettaglio di grandi dimensioni e la vendita al dettaglio di specialità continua ad ampliarsi”, ha affermato il fondatore e CEO di KKM Financial.

L’S&P 500 sta uscendo da una sessione positiva martedì con l’S&P 500 in rialzo dello 0,87% e il Dow in aumento di 56,22 punti, o dello 0,17%. Il Nasdaq è salito dell’1,45% ed è stata l’unica media importante a registrare piccoli guadagni per la settimana. Il rapporto sull’indice dei prezzi alla produzione, che misura i prezzi all’ingrosso, è stato inferiore alle aspettative, dissipando alcune preoccupazioni degli investitori sull’inflazione.

Le azioni hanno messo in scena una solida corsa dopo il temuto rapporto sull’indice dei prezzi al consumo della scorsa settimana. L’S&P 500 ha registrato il miglior allungamento settimanale da giugno della scorsa settimana e tutte le principali medie sono sulla buona strada per chiudere il mese con guadagni.

READ  500 Miglia di Indianapolis 2022: annunci in tempo reale, highlights e risultati per la 106a corsa dell'Indi500

Tuttavia, alcuni investitori affermano che un pullback a breve termine è all’orizzonte.

“Nel breve termine, il mercato è troppo esteso e lento a ritirarsi e digerire il recente rally”, ha affermato Adam Sarhan, CEO di 50 Park Investments.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.