La tempesta tropicale Colin prende di mira le Carolina

La tempesta tropicale Colin si è formata all’inizio di sabato al largo della costa della Carolina del Sud, diventando la terza tempesta nominata della stagione degli uragani atlantici del 2022 e minacciando di inzuppare le attività all’aperto durante il lungo weekend del 4 luglio.

La tempesta, una sorpresa, si è formata poche ore dopo Pony Tempesta Tropicale Ha provocato una frana in Nicaragua.

Colin previsto Rallenta attraverso le Carolina per il fine settimana. Alle 5 del mattino ET di sabato, ha avuto venti massimi sostenuti di 40 mph e si trovava nell’entroterra della Carolina del Sud.

I meteorologi hanno avvertito che sono previste condizioni di tempesta tropicale nella Carolina del Sud da sabato mattina e nella Carolina del Nord da sabato mattina a domenica. Era prevista una pioggia battente, che in alcune zone ha raggiunto i quattro pollici.

Un avviso di tempesta tropicale era in vigore da South Santee River, SC a Duck, NC

La stagione degli uragani atlantici è stata tranquilla per alcune settimane Tempesta tropicale Alex Si è formato il 5 giugno e poco dopo si è trasferito nel sud della Florida. Alex è la prima tempesta nominata in quella che dovrebbe essere una stagione degli uragani “sopra il normale”. Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration. Se questa previsione è vera, il 2022 sarà il settimo anno consecutivo al di sopra della norma.

Quest’anno, i meteorologi prevedono che la stagione, che durerà fino al 30 novembre, produrrà da 14 a 21 tempeste denominate. Si prevede che da sei a 10 di questi diventino uragani e fino a sei si trasformeranno in grandi uragani, classificati come tempeste di categoria 3 con venti di almeno 111 mph.

READ  40 La migliore kit sigaretta elettronica del 2022 - Non acquistare una kit sigaretta elettronica finché non leggi QUESTO!

L’anno scorso ci sono state 21 tempeste Un record di 30 nel 2020. Negli ultimi due anni, i meteorologi hanno completato l’elenco dei nomi utilizzati per identificare le tempeste durante la stagione degli uragani atlantici, verificatisi solo una volta nel 2005.

I legami tra uragani e cambiamenti climatici stanno diventando ogni anno più chiari. I dati lo dimostrano I cicloni si sono rafforzati in tutto il mondo Negli ultimi quattro decenni. Un pianeta in fase di riscaldamento può aspettarsi uragani più forti e tempeste più potenti nel tempo, e il numero complessivo di tempeste potrebbe diminuire perché fattori come un forte wind shear possono impedire la formazione di tempeste più deboli.

I cicloni diventano anche più umidi perché l’atmosfera più calda ha più vapore acqueo; Gli scienziati hanno suggerito tali tempeste L’uragano Harvey nel 2017 Ciò ha comportato più precipitazioni di quelle che avrebbero ricevuto senza l’impatto umano sul clima. Inoltre, l’innalzamento del livello del mare contribuisce a un aumento delle mareggiate, l’elemento più distruttivo dei cicloni tropicali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.