La Dow è affondata bruscamente mentre Wall Street era preoccupata per la repressione della banca centrale

Il Colomba (INDU) 876 punti o 2,8%. Il Nasdaq è in calo del 4,7% e nelle ultime due sessioni di trading è sceso di oltre il 10%.

Il più ampio S&P 500 è sceso del 3,9%. Quell’indice è ora più del 20% del suo massimo storico di gennaio, mettendo il titolo in un mercato ribassista.

Inflazione e Paure di una recessione Alla fine di maggio si è un po’ rilassato e il ceppo ha rivendicato un po’ di terra. Ma il patetico rapporto sull’indice dei prezzi al consumo di venerdì ha mostrato che l’inflazione negli Stati Uniti era significativamente più alta di quanto gli economisti si aspettassero il mese scorso, secondo la Federal Reserve. Sforzi di controllo dell’inflazione Più difficile.

Dopo aver alzato i tassi di mezzo punto a maggio – una mossa che la banca centrale non intraprendeva dal 2000 – il presidente Jerome Powell ha ulteriormente promesso fino a quando la banca centrale non sarà convinta che l’inflazione sia sotto controllo. A quel punto, la banca centrale riprenderà i rialzi trimestrali costanti dei tassi, ha affermato.

Ma dal rapporto sull’inflazione più caldo di maggio, Wall Street è in aumento Chiedi un’azione drastica Dalla banca centrale per tenere sotto controllo il prezzo. Jeffries si unisce a Barclays lunedì nella previsione che la Federal Reserve aumenterà i tassi Tre quarti di puntoUna banca centrale d’azione Non preso dal 1994.

“Gli investitori hanno atteso senza fiato per quasi una settimana il rapporto della CBI statunitense per maggio e l’inflazione è risultata più alta del previsto”, ha detto lunedì mattina ai clienti Sam Stowell, chief investment strategist di CFRA.

READ  40 La migliore bistecchiera del 2022 - Non acquistare una bistecchiera finché non leggi QUESTO!

Stowell ha affermato che il rischio di grandi aumenti sta trascinando i mercati lunedì.

Gli investitori temono due conseguenze, nessuna delle quali positiva: tassi più alti significano maggiori oneri finanziari per le imprese, che possono consumare i loro profitti. La mossa più entusiasta della banca centrale potrebbe spingere accidentalmente l’economia statunitense in una recessione, soprattutto se le imprese inizieranno a licenziare i lavoratori e il caldo crollo del mercato immobiliare.

Non vi è alcuna indicazione che il mercato del lavoro e quello interno rischino di crollare, sebbene entrambi si siano leggermente raffreddati.

In un’intervista Fareed Zakaria domenica della CNN, L’ex presidente della banca centrale Ben Bernanke ha affermato che la recessione degli Stati Uniti è possibile. Ma Bernanke si è detto ottimista sul fatto che Powell e la banca centrale avrebbero ottenuto quello che è noto come un atterraggio morbido, che raffredderebbe l’economia della banca centrale per controllare l’inflazione senza ridurre l’inflazione al punto da entrare in una recessione.

“Gli economisti sono molto pessimi nel prevedere una recessione, ma penso che ci siano buone possibilità per la banca centrale – una buona possibilità – che non ci sarà alcuna recessione per ottenere quello che Powell chiama un” atterraggio morbido “o una recessione molto blanda per ridurre l’inflazione .” ha detto Bernanke.

Lunedì gli analisti sono andati oltre lo stato d’animo “buy the dip”, segnalando che non vedevano una rapida ripresa dei mercati.

“Le stime non sono molto convenienti sulla base dell’aumento dei tassi di interesse e delle prospettive di utili deboli a nostro avviso”, hanno scritto lunedì i dirigenti di BlackRock in una nota. “L’andamento elevato dei tassi ufficiali giustifica i bassi prezzi delle azioni. Inoltre, le pressioni marginali sono un rischio per gli utili”.

READ  Il pesce d'acqua dolce più grande del mondo, la pastinaca, pesa 660 libbre ed è stato catturato in Cambogia

Gli strateghi hanno affermato che BlackRock rimarrà neutrale nelle azioni per i prossimi sei-12 mesi.

Orsi e tori

La corsa al rialzo, iniziata il 23 marzo 2020, si è conclusa con la chiusura del mercato ribassista dell’S&P 500. Ma, a causa del modo complicato in cui queste cose vengono misurate, il mercato ribassista è iniziato tecnicamente il 3 gennaio, quando l’S&P 500 è salito alle stelle.

Cioè, l’ultimo mercato rialzista è durato più di 21 mesi, un minimo storico, afferma Howard Silverblatt, analista di indici senior presso S&P Dow Jones Indices. Nel secolo scorso, i mercati rialzisti sono durati in media 60 mesi.

Secondo Silverplot, il mercato della birra è durato più di un mese dal 19 marzo al 23 marzo 2020.

Azioni Dopo un po’ l’orso è caduto sul mercato Il 20 maggio, un rally di fine giornata ha recuperato il mercato dalla chiusura al di sotto di quel livello per la prima volta dai primi giorni dell’epidemia.

Il Nasdaq, esperto di tecnologia, è nel mercato ribassista da tempo, ora inferiore del 32% rispetto al suo massimo storico di novembre 2021. Il Dow è ancora a breve distanza dal mercato ribassista. Si tratta di circa il 16% in meno rispetto ai massimi storici raggiunti l’ultimo giorno del 2021.

– Nicole Goodkind di CNN Business ha contribuito a questo rapporto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.