La corte ascolta gli argomenti per aprire i documenti nella perquisizione dell’FBI nella casa di Trump

WEST PALM BEACH, Florida, 18 agosto (Reuters) – I documenti sigillati contenenti prove che il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha presentato per chiedere l’approvazione del tribunale per perquisire la casa di Donald Trump in Florida sono stati al centro di un’udienza giovedì. Il giudice federale afferma che il pubblico merita di vedere i dettagli.

Il Dipartimento di Giustizia si è opposto al rilascio di una dichiarazione giurata contenente prove che fornivano agli investigatori probabili motivi per ritenere che i crimini fossero stati commessi nella casa di Trump a Palm Beach.

Jay Pratt, capo della divisione di controspionaggio e controllo delle esportazioni del dipartimento, è apparso in tribunale giovedì per discutere la posizione del governo.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La ricerca nel resort di Trump a Mar-a-Lago faceva parte di un’indagine federale sull’eventuale smaltimento illegale di documenti da parte di Trump quando ha lasciato l’incarico nel gennaio 2021 dopo aver perso le elezioni presidenziali a causa del democratico Joe Biden.

Il Dipartimento di Giustizia sta indagando sulle violazioni di tre leggi, inclusa una disposizione dell’Espionage Act che vieta il possesso di informazioni sulla sicurezza nazionale e un’altra che rende reato distruggere, nascondere o falsificare consapevolmente documenti con l’intento di ostacolare un’indagine.

leggi di più

Gli avvocati di diversi media, tra cui il New York Times, l’editore del Wall Street Journal, ABC News e NBC News, giovedì hanno chiesto al giudice del magistrato statunitense Bruce Reinhart di rilasciare la dichiarazione giurata e altri documenti correlati depositati in tribunale. Il significato storico della ricerca prevale su qualsiasi argomento per sigillare i documenti.

READ  Sorpresa - di nuovo! La navicella spaziale della NASA rivela l'asteroide Bennu come è apparso

“Le dichiarazioni di probabile causa dovrebbero essere rese pubbliche e solo quelle redazioni necessarie per proteggere l’interesse irresistibile espresso dal governo”, hanno presentato in tribunale gli avvocati delle società di media.

Trump ha chiesto alla corte di rimuovere la versione non redatta della dichiarazione giurata “nell’interesse della trasparenza” nelle dichiarazioni sui social media.

Ma nessuno dei suoi avvocati ha chiesto alla corte federale di West Palm Beach di farlo. Tuttavia, il suo avvocato, Christina Popp, era in aula giovedì per osservare il caso.

Trump afferma che la ricerca è politicamente motivata. Ha anche affermato di avere un ordine permanente di rilasciare documenti pertinenti senza fornire prove.

Tuttavia, nessuno dei tre statuti citati dal Dipartimento di Giustizia nel mandato di perquisizione richiedeva la dimostrazione che i documenti fossero effettivamente classificati.

Le minacce contro gli agenti dell’FBI sono aumentate dal raid.

La scorsa settimana in Ohio, la polizia ha sparato e ucciso un uomo armato che ha cercato di entrare in un edificio dell’FBI. Nel frattempo, un secondo uomo in Pennsylvania è stato accusato di aver minacciato agenti dell’FBI.

La retorica anti-FBI di Trump ha preso piede tra gli elettori repubblicani, il 54% dei quali afferma che le forze dell’ordine federali hanno agito in modo sconsiderato nel caso, secondo un sondaggio Reuters/Ipsos questa settimana. leggi di più

La ricerca di Mar-a-Lago ha segnato un’espansione significativa in diverse indagini federali e statali che Trump deve affrontare in carica e per affari privati. L’ex presidente repubblicano ha suggerito che potrebbe candidarsi di nuovo alla Casa Bianca nel 2024, ma non ha preso alcun impegno.

READ  Dan Bongino: Gli Stati Uniti hanno scelto l'opzione "peggiore" per inviare Pelosi a Taiwan

La scorsa settimana, il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland ha compiuto l’insolito passo di rendere pubblico un mandato di perquisizione, due allegati e una versione redatta della ricevuta che mostrava gli oggetti sequestrati dall’FBI durante la sua perquisizione l’8 agosto.

I registri mostrano che le scatole sequestrate dall’FBI contenenti 11 set di materiale classificato, alcuni dei quali erano etichettati come “top secret” – il livello più alto di classificazione riservato alle informazioni sulla sicurezza nazionale degli Stati Uniti più strettamente conservate. leggi di più

Tali documenti sono generalmente conservati in speciali strutture governative perché la divulgazione potrebbe danneggiare gravemente la sicurezza nazionale.

All’inizio di questa settimana, il Dipartimento di Giustizia ha dichiarato di essere disponibile a rilasciare altro materiale redatto dal mandato, come fogli di copertura, la mozione del governo per sigillare e l’ordine di chiusura della corte.

I media coinvolti nel caso hanno anche chiesto che quei documenti fossero sigillati.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Brian Ellsworth a West Palm Beach, Florida e Sarah N. a Washington. Segnalato da Lynch; Montaggio di Scott Malone e Alistair Bell

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.