La contea di Cochise certifica i risultati delle elezioni in quanto sono ammessi gli avvocati di Kari Lake e Mark Finchem

Commento

Giovedì un giudice in Arizona ha ordinato al consiglio di amministrazione della contea di Ruby-Red, nell’angolo sud-orientale dello stato, di certificare i risultati delle elezioni dell’8 novembre, ritenendo che i suoi membri non avessero l’autorità per evitare un dovere richiesto dalla legge statale.

“Vi incontrerete oggi”, ha detto il giudice della Corte Superiore Casey F. McKinley ha detto a tre membri del consiglio dei supervisori della contea di Cochise. “Considererai le elezioni oltre le 5”.

Quando il comitato si è riunito alle 15:30, con un repubblicano assente, i restanti due supervisori, un repubblicano e un democratico, hanno votato per certificare i risultati.

La resa, su ordine del tribunale, ha posto fine a una situazione di stallo nella contea di Cochise che ha minacciato di ribaltare il processo dello stato per confermare la volontà di oltre 2,5 milioni di elettori dell’Arizona. Il caos che ne è seguito potrebbe minare i previsti guadagni dei repubblicani nei seggi alla Camera degli Stati Uniti e le gare in tutto lo stato per i sovrintendenti scolastici.

Katie Hobbs, Segretario di Stato democratico e Governatore eletto, si mosse aggressivamente per lasciare la scena. Il suo ufficio ha citato in giudizio il consiglio della contea di Cochise lunedì dopo che i suoi membri hanno votato 2-1 contro Scadenza per tutti i distretti Per certificare i risultati in un processo noto come propaganda elettorale. Il certificato governativo verrà rilasciato il 5 dicembre.

Anche la condanna nella contea di Cochise è stata pronunciata giovedì da un giudice federale. Permesso Gli avvocati di Kari Lake e Mark Finchem, rispettivamente candidati GOP falliti a governatore e segretario di stato. Presi insieme, questi ordini mostrano come i giudici respingano i tentativi di politicizzare le cariche ministeriali e minare l’amministrazione elettorale.

Il giudice federale John Tucci del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto dell’Arizona ha scritto che le sanzioni “chiariscono che il tribunale non perdonerà i litiganti … e promuoveranno false narrazioni che minano senza fondamento la fiducia del pubblico in un momento di crescente disinformazione e sfiducia”. In, Il processo democratico”.

Lake e Finchem hanno citato in giudizio la contea di Maricopa all’inizio di quest’anno per contare i voti nella contea di Pima, sede di Phoenix e Tucson. Ad agosto, Tucci ha archiviato una causa intentata da Lake e Finchem che conteneva accuse vaghe e prive di fondamento su difetti nelle macchine per il voto. Hanno presentato ricorso il mese successivo.

READ  La Russia afferma che gli attacchi aerei di Kiev prendono di mira i carri armati forniti ai paesi occidentali | Ucraina

Nella sua nuova sentenza giovedì, il giudice ha ritenuto che le sanzioni fossero appropriate nel caso per “inviare un messaggio a coloro che potrebbero intentare azioni legali frivole simili in futuro”.

Tucci, che è stato nominato alla panchina federale dal presidente Barack Obama nel 2013, ha sostenuto che il pagamento delle spese legali per la contea di Maricopa fosse una sanzione adeguata perché la contea e i suoi avvocati “avrebbero dovuto dedicare tempo e risorse alla preparazione di questo caso frivolo”. alle elezioni in cui le affermazioni dei querelanti hanno sollevato una nuvola di polvere senza merito”.

Gli avvocati di Airey e Finchem non sono stati nominati nell’ordinanza del giudice, che ha ordinato alla contea di Maricopa di dettagliare le spese legali entro 14 giorni. Tra gli avvocati elencati dai candidati in tribunale c’è Alan Dershowitz, un ex professore della Harvard Law School che in precedenza ha assistito l’ex presidente Donald Trump.

Lake, Finchem, Dershowitz e altri avvocati coinvolti nel caso non hanno risposto alle richieste di commento.

La causa è stata in gran parte finanziata dal CEO di MyPillow Mike Lindell, che ha promosso le affermazioni smascherate di frode elettorale. Lindell ha detto giovedì sera al Washington Post di non aver ancora parlato con i pubblici ministeri delle sanzioni e che avevano fatto appello per archiviare la causa sottostante di Tucci. Ha detto che le restrizioni non erano necessarie. “Avevano più esperti e più prove di qualsiasi caso nella storia”, ha detto. “Quello che fanno i giudici, compreso quello, è disgustoso”.

Il giudice ha consentito solo avvocati per i candidati, non i candidati stessi, ma “la corte non ritiene che i querelanti abbiano agito in modo appropriato in questa materia – oltre a ciò”, ha affermato.

“Consentire il consiglio per i querelanti non significa lasciare fuori i querelanti”, ha aggiunto. “Ha lo scopo di penalizzare la condotta specifica dell’avvocato con l’obiettivo più ampio di scoraggiare simili istanze infondate avviate da chiunque, avvocato o meno”.

READ  Un ex ufficiale di San Antonio che ha sparato e ucciso un adolescente nel parcheggio di un McDonald's è stato arrestato

Lago, chi ha Non ha ammesso la sua razza, mentre giovedì al club Mar-a-Lago di Trump in Florida e Arizona, l’ordine è arrivato, secondo una persona che conosce le sue attività che ha parlato in condizione di anonimato per discutere di eventi non pubblici. Doveva pronunciare osservazioni lì e accettare il premio in un evento ospitato da Moms for America, che si definisce “un movimento nazionale di madri per rivendicare la nostra cultura per la verità, la famiglia, la libertà e la Costituzione”.

L’ordine di Tucci conclude una giornata già drammatica in Arizona, dove le lotte intestine post-elettorali hanno messo sotto i riflettori la contea di Cochise. I supervisori della contea sono comparsi in tribunale senza rappresentanza legale giovedì pomeriggio, avendo ottenuto solo un avvocato.

L’avvocato della contea, Brian McIntyre, ha rifiutato di rappresentare i supervisori in materia, avendoli precedentemente informati che la loro azione era illegale. Successivamente hanno cercato di trattenere Brian Plemm, un avvocato che rappresentava la società di sicurezza informatica. Cyber ​​​​Ninjas nel suo audit dirompente Elezioni del 2020 in Arizona, ma ha rifiutato di accettare la causa.

Tom Crosby, uno dei due supervisori dietro la mossa per ritardare la certificazione, ha chiesto al giudice di aggiornare l’udienza alla prossima settimana in modo che un avvocato trovato dalla commissione, Daniel McCauley, possa accelerare il caso. Il giudice ha rifiutato, affermando che qualsiasi azione “non era nell’interesse della giustizia”. Macaulay non ha risposto a una richiesta di commento.

Il giudice sembrava prendere in considerazione l’idea di ordinare ai supervisori di approvare la campagna in una riunione già programmata venerdì, e ha chiesto al segretario del procuratore di stato se prendersi un giorno in più avrebbe disturbato i funzionari statali responsabili dell’esecuzione della certificazione la prossima settimana. L’avvocato Andy Khanna ha risposto che l’approvazione di venerdì sarebbe stata accettata se fossero state soddisfatte determinate condizioni.

Ma più tardi quel pomeriggio, un’argomentazione appassionata per ordinare al comitato di agire è arrivata dal suo unico membro democratico, Ann Engle. Si è astenuto dal voto di lunedì per ritardare la nomina ministeriale.

READ  La città identifica un vigile del fuoco morto nel crollo di un edificio a North Billy

Ha avvertito il giudice che Crosby ha definito l’incontro di venerdì “una sorta di scontro tra il segretario di stato e gli oppositori delle elezioni”. Crosby ha espresso preoccupazione per l’attrezzatura utilizzata nelle elezioni.

Ordinando alla commissione di riunirsi giovedì, il giudice ha affermato che tali preoccupazioni “non erano un motivo per ritardare una campagna elettorale”. Ha scoperto che la legge statale “richiede vagamente” alle contee di certificare i risultati entro il 28 novembre se le schede sono incomplete.

Crosby non era presente quando il consiglio si è riunito più tardi giovedì per ottemperare all’ordine del giudice. Ha detto in una e-mail che non avrebbe partecipato “su consiglio del consiglio del consiglio”, ma non ha risposto ad altre domande. Peggy Judd, un’altra repubblicana, ha detto: “Non mi vergogno di niente di quello che ho fatto”.

Ha detto di sentirsi obbligato a votare per ratificare i risultati “a causa della decisione della corte ea causa della mia salute e delle circostanze della nostra vita”.

Ma, ha aggiunto, “non voglio essere minacciato”.

Dietro le quinte, il segretario di stato ha emesso severi avvertimenti ad almeno una contea sulle conseguenze del rifiuto di certificare, secondo e-mail rilasciate tramite una richiesta di registri pubblici.

“Ho scoperto oggi che non ho altra scelta che votare o verrò arrestato e accusato”, ha detto il presidente del consiglio delle autorità di vigilanza Ron Gold mentre i funzionari della contea di Mohave controllata dal GOP si sono incontrati lunedì per ricevere la certificazione. con un delitto».

Le comunicazioni dei funzionari delle elezioni statali chiariscono ciò che ha detto.

Il direttore delle elezioni statali Corey Lorick ha scritto quel giorno in un’e-mail al Consiglio delle autorità di vigilanza: “Il nostro ufficio intraprenderà tutte le azioni legali necessarie per garantire che i voti degli elettori dell’Arizona vengano conteggiati. Certificato di esecuzione penale.

Ruby Cramer ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.