La Cina cambia il modo in cui conta le morti per Covid man mano che i crematori si riempiono


Pechino
Cnn

Per gran parte della pandemia, le immagini degli ospedali traboccanti e delle pompe funebri degli Stati Uniti sono apparse pesantemente sulla televisione statale cinese, dove la morte di oltre un milione di americani per Covid è stata descritta come un totale fallimento della democrazia occidentale.

Ora, un Ondate di infezione senza precedenti strappare CinaI suoi media statali ignorano deliberatamente le riprese di reparti ospedalieri sovraffollati e crematori traboccanti, mentre i funzionari insistono sul fatto che, nei numeri del governo, pochi muoiono di Covid.

Per quasi tre anni, la rigorosa politica anti-covid della Cina ha protetto il suo popolo dalle morti di massa che perseguitano l’Occidente, un contrasto ribadito ripetutamente dal Partito Comunista. Spiega la presunta superiorità È destino.

Ma mentre la Cina abbandona bruscamente quella strategia, con poco preavviso o apparente preparazione, la prospettiva di un aumento dei decessi è prevista da alcuni studi. Fino a un milione – Questa è diventata una questione spinosa per il governo, che ha la sua legittimità nel “salvare vite”.

Ufficialmente, la Cina ha riportato solo otto morti per Covid questo mese, un numero basso data la rapida diffusione del virus e tassi relativamente bassi di richiamo del vaccino tra gli anziani vulnerabili.

Il conteggio ufficiale è stato accolto con incredulità e derisione online, dove abbondano i post in lutto per i propri cari che muoiono di Covid. Caixin, una rivista finanziaria cinese nota per i suoi articoli investigativi, ha riferito della morte di due giornalisti senior dei media statali per Covid-19, mentre il conteggio ufficiale era pari a zero.

Altri post sui social media hanno descritto la frustrazione provata da molti nel tentativo di acquistare un corpo e la difficoltà di ottenere uno spazio per la cremazione in un’impresa di pompe funebri.

Quando martedì la CNN ha visitato un grande crematorio a Pechino, il parcheggio era pieno, con una lunga fila di macchine che serpeggiavano intorno al crematorio in attesa di entrare. Il fumo continuava a uscire dalle fornaci, mentre sacchi gialli per cadaveri si accumulavano all’interno delle pentole di metallo. .

READ  40 La migliore lucchetto del 2022 - Non acquistare una lucchetto finché non leggi QUESTO!

I familiari che hanno aspettato in coda con in mano le foto del defunto sono sopraffatti dal dolore. Alcuni hanno detto alla CNN che stanno aspettando da più di un giorno per cremare i loro cari morti a causa del Covid-19. Un uomo ha detto alla CNN che l’ospedale dove è morto il suo amico era troppo pieno per contenere il corpo perché così tante persone erano morte lì. Il corpo del suo amico è stato lasciato sul pavimento dell’ospedale, ha detto.

Nei negozi vicini che vendono forniture funebri, un fioraio ha detto che era esaurito e il proprietario di un minimarket ha detto che gli affari non erano mai stati così impegnati.

In molte parti del paese, i crematori stanno lottando per tenere il passo con l’afflusso di corpi, secondo i filmati dei social media.

Fuori da un ospedale di Pechino designato per i pazienti Covid, quando la CNN ha visitato martedì, un flusso costante di pazienti anziani su sedia a rotelle è entrato nella struttura. Un uomo fuori dall’ospedale ha detto che stava finendo lo spazio e doveva andare la sera prima per registrare il suo anziano familiare per un letto.

Un lavoratore in tuta ignifuga che seleziona sacchi gialli di rifiuti sanitari ha detto che stava lavorando ore extra la sera per far fronte all’ondata di pazienti Covid. “Ci sono soprattutto molte persone anziane”, ha detto.

I pazienti anziani Covid con condizioni di base muoiono ogni giorno, ha detto il lavoratore.

Di fronte al crescente sospetto che stia sottovalutando le morti per Covid, il governo cinese ha difeso l’accuratezza delle sue cifre ufficiali rivelando di aver aggiornato il suo metodo di conteggio delle morti per il virus.

Secondo le ultime linee guida della National Health Commission, solo coloro che muoiono di polmonite e insufficienza respiratoria dopo aver contratto il virus sono classificati come morti per Covid, ha detto martedì in una conferenza stampa Wang Guiqiang, uno dei migliori medici di malattie infettive.

Le persone che si presume siano morte per un’altra malattia o una condizione sottostante, come un infarto, non sono conteggiate come morti virali, anche se all’epoca erano state infettate da Covid, ha affermato.

Commentando i criteri cinesi per il conteggio dei decessi di Covid mercoledì, il capo delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità Michael Ryan ha affermato che la definizione è “troppo ristretta”.

“Le persone che muoiono di Covid, data la gravità dell’infezione, muoiono per molteplici guasti del sistema (di organi)”, ha detto Ryan. “Quindi il controllo di una morte correlata a Covid in qualcuno che risulta positivo al Covid e ha insufficienza respiratoria probabilmente sottovaluterà il numero reale di decessi associati a Covid”.

Secondo Wang, un medico cinese, il cambio di definizione è stato reso necessario dalla mitezza di Omicron, che differiva dal ceppo di Wuhan all’inizio dell’epidemia, quando la maggior parte dei pazienti morivano di polmonite e insufficienza respiratoria.

Ma Jin Dongyan, virologo dell’Università di Hong Kong, ha sottolineato che le autorità cinesi usano più o meno gli stessi rigidi criteri per contare i decessi per Covid.

C’era solo una definizione Leggermente ampliato in aprile Per giustificare le restrizioni più severe, ha detto Jin, includere alcuni pazienti Covid che sono morti per condizioni sottostanti durante il blocco di Shanghai quest’anno.

READ  I numeri dietro il dominio dei Toronto Blue Jays sui Boston Red Sox

Durante l’epidemia di Shanghai da marzo a maggio, i funzionari della città hanno registrato 588 morti per Covid su circa 600.000 infezioni. Ma una volta revocato il blocco della città, il bilancio delle vittime a livello nazionale è rimasto a zero per i successivi sei mesi, nonostante il numero di contagi abbia raggiunto le centinaia di migliaia. Poi, a fine novembre, Pechino dichiarato Tre ottuagenari sono morti per condizioni sottostanti a causa del Covid-19, proprio mentre la città aumentava le proprie restrizioni Covid in mezzo all’epidemia diffusa.

Secondo Jin, queste discrepanze rivelano che il metodo cinese di contare i decessi per Covid è “completamente soggettivo”. “I dati sulla mortalità sono fuorvianti fin dall’inizio”, ha detto.

Ben Cowling, professore di epidemiologia all’Università di Hong Kong, ha affermato che il calcolo dei decessi per Covid e Covid-19 è stato oggetto di dibattito in tutto il mondo dall’inizio della pandemia.

La maggior parte dei paesi, inclusi gli Stati Uniti, ha deciso che è troppo difficile valutare ogni decesso per sapere se Covid fosse un fattore e ha contato i decessi con Covid nel loro bilancio ufficiale delle vittime, ha affermato Cowling.

Ma ha sottolineato che il dibattito su come contare le morti di Covid potrebbe essere oscurato da un problema più grande in Cina, vale a dire che vengono eseguiti troppo pochi test PCR dopo che il governo ha annullato i test di massa.

“Sappiamo che ci sono già stati molti, molti altri decessi per Covid. E non vengono conteggiati nel sistema cinese o in quello americano perché non ci sono test”, ha detto.

“Una significativa riduzione dei test avrà un effetto maggiore sui dati sulla mortalità che vedremo nei prossimi uno o due mesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.