Il vaccino antinfluenzale universale potrebbe essere disponibile entro due anni, scienziato | Vaccinazioni e immunizzazione

Un vaccino antinfluenzale universale che protegge da tutti i ceppi del virus potrebbe essere disponibile entro i prossimi due anni, afferma uno scienziato di spicco.

È stato scoperto che un vaccino sperimentale basato sulla stessa tecnologia mRNA utilizzata nei vaccini Covid di grande successo protegge topi e furetti da una grave influenza, aprendo la strada a studi clinici sugli esseri umani.

Il professor John Oxford, neurologo della Queen Mary University di Londra che non è stato coinvolto nel lavoro, ha affermato che il vaccino sviluppato presso l’Università della Pennsylvania sarà pronto per l’uso dopo il prossimo inverno.

“Non posso sottolineare abbastanza quale svolta sia questo documento”, ha detto Oxford al programma Radio 4 Today della BBC, “Il potenziale è enorme e penso che a volte sottovalutiamo questi grandi virus respiratori”.

I ricercatori hanno lavorato sui vaccini antinfluenzali universali per più di un decennio, ma l’ultima scoperta, Pubblicato su ScienzaÈ considerato un passo importante verso un colpo che potrebbe aiutare a proteggere gli esseri umani dalle devastanti infezioni influenzali.

I vaccini contro l’influenza stagionale, che proteggono da quattro ceppi del virus, vengono aggiornati ogni anno per garantire che siano i più pertinenti per i virus influenzali in circolazione. Il nuovo vaccino è progettato per innescare il sistema immunitario contro tutti i 20 sottotipi di influenza A e B.

Nel 2009, un virus diffuso dai maiali all’uomo si è diffuso in tutto il mondo. Sebbene quell’epidemia fosse molto meno pericolosa di quanto temuto dai funzionari sanitari, l’epidemia di influenza del 1918 dimostrò quanto nuovi ceppi pericolosi potessero uccidere decine di milioni di persone.

Dare alle persone un livello di immunità “di base” contro l’intera gamma di ceppi influenzali potrebbe portare a meno malattie e meno morti quando si verificherà la prossima pandemia influenzale, ha affermato il ricercatore Dr. Scott Hensley del team in Pennsylvania. Negli esperimenti su topi e furetti, il vaccino antinfluenzale a mRNA ha indotto alti livelli di anticorpi persistenti per mesi e protettivi contro il virus.

READ  40 La migliore violin rosin del 2022 - Non acquistare una violin rosin finché non leggi QUESTO!

Sebbene i risultati dei test sugli animali siano promettenti, sono necessari studi clinici per vedere se il vaccino protegge gli esseri umani allo stesso modo senza causare effetti collaterali problematici. Il vaccino solleva la questione per le autorità di regolamentazione sull’opportunità di approvare un’iniezione che potrebbe proteggere da virus potenzialmente pandemici, ma che non è ancora decollato.

“Finora questo vaccino è stato testato solo sugli animali ed è importante studiarne la sicurezza e l’efficacia negli esseri umani”, ha affermato il dott. Andrew Freedman, lettore di malattie infettive presso l’Università di Cardiff. “Questo sembra essere un approccio molto promettente verso l’obiettivo di produrre un vaccino antinfluenzale universale e vaccini che proteggano da molti membri di altre famiglie di virus, come rinovirus e coronavirus”.

Adolfo García-Sastre, Direttore dell’Institute for Global Salute e agenti patogeni emergenti presso il Mount Sinai Hospital di New York, ha affermato che gli attuali vaccini antinfluenzali non proteggono dai virus influenzali competenti per la pandemia. “Questo vaccino, se funziona bene nelle persone, potrebbe raggiungere questo obiettivo”.

“Gli studi sono preliminari, in modelli sperimentali”, ha aggiunto. “Sebbene siano molto promettenti e suggeriscano un potenziale protettivo contro tutti i tipi di virus influenzali, non possiamo esserne sicuri fino a quando non saranno completati gli studi clinici sui volontari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.