Il tasso di inflazione preferito dalla banca centrale è salito al 4,7% a maggio, il livello più alto degli ultimi decenni

Un cliente conta i propri soldi nel registro quando acquista un articolo presso il Best Buy Store di Flushing, New York.

Jessica Rinaldi | Reuters

L’inflazione è rimasta stagnante a maggio, anche se l’aumento mensile è stato leggermente inferiore alle attese. Una misurazione del settore aziendale La Federal Reserve sta guardando da vicino.

I prezzi delle principali spese per consumi personali sono aumentati del 4,7% su base annua, lo 0,2% in meno rispetto al mese precedente, ma sono ancora ai livelli visti l’ultima volta negli anni ’80. Wall Street prevede un rating del 4,8%.

Su base mensile, escludendo la volatilità dei prezzi alimentari ed energetici, è aumentato dello 0,3%, leggermente al di sotto della stima del Dow Jones dello 0,4%.

Tuttavia, l’inflazione complessiva è salita allo 0,6% per il mese, un aumento molto più rapido dello 0,2% di aprile. Ha mantenuto l’inflazione al 6,3% su base annua, la stessa di aprile e leggermente inferiore al 6,6% di marzo, il livello più alto dal gennaio 1982.

Inoltre, il rapporto riflette le pressioni sulla spesa dei consumatori, che rappresentano quasi il 70% di tutta l’attività economica negli Stati Uniti.

Mentre il reddito personale è aumentato dello 0,5% a maggio, il reddito ante imposte o altro reddito deducibile o reddito personale deducibile è diminuito dello 0,1% su base annua e del 3,3% su base annua, prima della stima dello 0,4%. La spesa rettificata per l’inflazione è scesa dello 0,4%, un forte calo da un aumento dello 0,3% ad aprile, sebbene sia aumentata del 2,1% su base annua.

L’inflazione delle materie prime è salita al 9,6%, mentre i servizi sono aumentati del 4,7%, entrambi dello 0,1% da aprile.

READ  Elon Musk dice allo staff di Tesla: torna in ufficio o esci

Il tasso di risparmio personale è aumentato dello 0,2% al 5,4% rispetto al mese precedente.

I funzionari della banca centrale stanno monitorando da vicino i dati per controllare l’inflazione delle piste. I responsabili delle politiche delle banche centrali generalmente osservano più da vicino l’inflazione maggiore perché ritengono che la politica monetaria sia meno efficace nel controllare le fluttuazioni dei prezzi del gas e dei generi alimentari.

Tuttavia, il presidente della banca centrale Jerome Powell ha affermato di aver prestato molta attenzione ai numeri principali negli ultimi giorni, con prezzi del gas in media di $ 4,86 ​​al gallone.

L’indice dei prezzi al consumo, che misura un’ampia gamma di beni e servizi ed è più monitorato dal pubblico, è salito all’8,6% a maggio, il livello più alto dalla fine del 1981.

In altre notizie economiche, giovedì il Dipartimento del lavoro ha affermato che le richieste di disoccupazione sono scese a 231.000 nella settimana terminata il 25 giugno. Sebbene sia 1.000 in più rispetto alla stima, è 2.000 in meno rispetto al periodo precedente.

Le richieste consecutive, con una settimana di ritardo rispetto al numero principale, sono state pari a 1,33 milioni, in leggero calo rispetto alla settimana precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.