Il razzo Artemis I sarà lanciato sulla luna ad agosto

Il team di Artemis ha avuto il tempo di rivedere i dati raccolti dal quarto tentativo di successo del test freelance finale condotto lunedì e ha stabilito che le prove in costume da bagnato non erano necessarie. Il test simula ogni fase del lancio senza che il razzo lasci la piattaforma di lancio al Kennedy Space Center in Florida.

“Durante le prove delle mute, abbiamo aumentato la nostra conoscenza di come i sistemi missilistici e terrestri funzionano insieme e i nostri equipaggi sono specializzati nelle procedure di lancio in più siti”, ha affermato Tom Whitmeyer, co-amministratore associato della NASA per gli studi generali. Lo sviluppo dei sistemi, si legge in una nota.

“Abbiamo completato la fase di prova e tutto ciò che abbiamo imparato ci aiuterà a migliorare le nostre capacità durante la finestra di rilascio del target”.

Il test di lunedì includeva il caricamento di tutti e quattro i serbatoi dei razzi con propellente Supercold, l’esecuzione dell’intero conto alla rovescia e il filtraggio dei serbatoi dei razzi. Una perdita di idrogeno e altri problemi durante il test hanno impedito alla squadra di passare ai due countdown. Come programmato.

Tuttavia, la giuria ha concluso che tutti gli obiettivi necessari erano stati raggiunti prima dell’inizio degli sforzi del processo.

“Solo 13 delle 128 operazioni di comando per le quali siamo programmati per il numero di terminale non sono state completate con successo”, ha detto venerdì in conferenza stampa Bill Weber, responsabile del coordinamento tecnico senior per il progetto Exploration Ground Systems della NASA.

“E li abbiamo esaminati in dettaglio, e si scopre che la maggior parte di essi è già stata verificata in test precedenti”.

READ  La mente del piano di corruzione della Marina catturata in Venezuela dopo essere sfuggita agli arresti domiciliari a San Diego

Alla fine di venerdì, gli ingegneri testeranno l’unità di potenza idraulica del booster, che siederà sulla piattaforma di lancio del razzo, che non è stata inclusa nel test di lunedì.

Secondo un rapporto della NASA, “queste unità hanno turbine alimentate a idrozina collegate a pompe che pressurizzano gli ugelli booster utilizzati per azionare il razzo durante l’ascesa”, afferma il rapporto della NASA.

Venerdì sera prova Non è necessario, ma gli ingegneri devono ruotare rapidamente attraverso il computer per mitigare il rischio di qualsiasi malfunzionamento in futuro, ha affermato John Flevins, ingegnere capo del programma missilistico spaziale della NASA.

Artemis Moon Rocket raggiunge pietre miliari nonostante i problemi durante un importante test freelance

La prossima settimana, l’equipaggio di Artemis riporterà il sistema di lancio spaziale da 322 piedi (98 metri) e il ponte della navicella Orion nell’edificio di assemblaggio del veicolo. Le scorte rimarranno nell’edificio per un periodo da sei a otto settimane per la riparazione e il lancio di prodotti.

A quel tempo gli ingegneri avevano sviluppato un piano per completare gli obiettivi finali, come la sostituzione di una guarnizione per far fronte alla perdita di idrogeno liquido. Cliff Lanham, Senior Vehicle Operation Manager per il progetto Exploration Ground Systems della NASA, ha affermato che il team testerà e installerà dispositivi pirotecnici per l’hardware nel sistema di parcheggio dell’aeromobile.

Il progetto pone le basi per un’opportunità di rilascio che si aprirà alla fine di agosto. Sono previste finestre di rilascio dal 23 agosto al 29 agosto e dal 2 settembre al 6 settembre E oltre.

Unmanned Artemis I sarà lanciato in una missione per andare oltre la Luna e tornare sulla Terra. La missione lancerà il progetto Artemis della NASA, che riporterà gli esseri umani sulla luna e atterrerà la prima donna e la prima persona sulla superficie lunare nel 2025.

READ  Tony Dow, protagonista di "Leave It To Beaver", in "Final Hours" in Hospice, dice il figlio

Charlie Blackwell-Thompson, direttore del lancio di Artemis di Kennedy, ha dichiarato: “Il team continua a impressionarmi con il loro pensiero creativo e ingegno”. Con ogni traguardo e ogni test, siamo un passo più vicini all’inizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.