Il Dow guadagna più di 300 punti dopo che il rapporto sull’occupazione ha mostrato guadagni salariali inferiori alle attese

I trader lavorano sul pavimento della Borsa di New York (NYSE) a New York City il 10 novembre 2022.

Brendan McDermidt | Reuters

Un rapporto sull’occupazione di dicembre è salito venerdì, mostrando che l’occupazione era leggermente più forte e gli aumenti salariali inferiori alle attese, segnalando progressi tra gli aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve per controllare l’inflazione.

La media industriale del Dow Jones è salita di 322 punti, o dello 0,98%, ma è stata comunque la più alta della giornata. L’S&P 500 è salito dello 0,95% e il Nasdaq Composite è salito dello 0,59%, ma sottopesato Tesla Azioni, è sceso di più 4% dopo che l’azienda ha tagliato i prezzi. In alcuni veicoli in Cina.

Il rapporto sui salari non agricoli di dicembre ha mostrato L’economia statunitense ha aggiunto 223.000 posti di lavoro Il mese scorso, Dow Jones ha aggiunto 200.000 posti di lavoro, poco più di quanto previsto dagli economisti. Inoltre, i salari sono cresciuti più lentamente del previsto, salendo dello 0,3% nel mese in cui gli economisti si aspettavano lo 0,4%.

Michael Aron, chief investment strategist di State Street Global Advisors, ha dichiarato: “Tutto ciò di cui gli investitori sono preoccupati è che i dati suggeriscono che l’inflazione si sta muovendo verso l’obiettivo della Fed. “Questo è ciò a cui gli investitori stanno prestando attenzione e i guadagni orari medi indicano che l’inflazione continua rifiutare. Ne sono entusiasti”.

Le azioni sono rimbalzate, ma l’indice dei responsabili degli acquisti non manifatturieri di ISM ha mostrato di essere ai massimi della giornata. Il settore dei servizi si è contratto a dicembre. Un segno che gli aumenti del rake della banca centrale potrebbero funzionare per rallentare l’economia.

READ  Il rappresentante Sean Gaston vincerà la nomination democratica nel 6° distretto congressuale dell'Illinois

Giovedì il Dow è sceso di oltre 300 punti dopo che un rapporto sui salari privati ​​ADP più forte del previsto ha sollevato preoccupazioni sul fatto che la Federal Reserve continuerà ad aumentare i tassi e mantenerli alti, alimentando i timori di una recessione negli Stati Uniti.

Con i guadagni di venerdì, è probabile che le azioni si dirigano in territorio positivo per la settimana. Il Dow è attualmente in rialzo dello 0,48% per la prima settimana dell’anno e l’S&P 500 è in rialzo dello 0,30%. Il Nasdaq è ancora al ribasso per la settimana, in calo dello 0,71%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.