Il comitato della Camera del 6 gennaio dà a Trump più tempo per consegnare i documenti citati in giudizio



CNN

La House Select Committee, che sta indagando sull’attacco alla capitale degli Stati Uniti il ​​6 gennaio 2021, ha pubblicato venerdì un rapporto. L’ex presidente Donald Trump Più tempo per trasferire i documenti È stato citato in giudizio Ma fornisce poche spiegazioni sul motivo per cui la proroga è stata concessa.

“Abbiamo informato l’avvocato dell’ex presidente che dovrebbe iniziare a produrre documenti entro e non oltre la prossima settimana e che è sottoposto a mandato di comparizione per la testimonianza a partire dal 14 novembre”, ha affermato il comitato in una nota.

Il gruppo ha citato in giudizio Trump il mese scorso Cerca in un’ampia gamma di documenti Entro le 10:00 di venerdì, Trump dovrebbe sostenere un colloquio sotto giuramento il 14 novembre e “continuare nei giorni successivi, se necessario”.

Il comitato ha anche affermato di aver “ricevuto corrispondenza dall’ex presidente e dal suo avvocato in merito alla citazione del comitato ristretto”, ma non ha fornito ulteriori informazioni.

La CNN ha contattato Trump e i suoi avvocati per un commento.

Gli avvocati di Trump hanno tempo fino al 26 ottobre per accettare la notifica della citazione dal gruppo, secondo fonti che hanno familiarità con la questione. Trump ha criticato il gruppo, ma non ha detto se avrebbe rispettato la citazione.

Il giorno in cui è stata annunciata la citazione, l’avvocato di Trump, David Warrington, ha dichiarato in una dichiarazione che il gruppo ha emesso pubblicamente la citazione “in violazione dei regolamenti e del giusto processo” e che il suo team legale avrebbe “risposto in modo appropriato a questa azione senza precedenti”.

Gli avvocati di Trump si stanno coordinando con altri membri del team legale dell’ex presidente per affrontare le richieste di citazione del gruppo e stanno decidendo come procedere, ha affermato una fonte che ha familiarità con la questione.

Sebbene operino come due gruppi separati, gli avvocati concentrati sull’affrontare la citazione del gruppo si stanno consultando con gli avvocati che rappresentano Trump nell’indagine penale del Dipartimento di Giustizia sul caso del 6 gennaio. le cose.

La rappresentante Liz Cheney, repubblicana del Wyoming, vicepresidente del comitato, in precedenza aveva affermato che il comitato era “in consultazione” con gli avvocati di Trump per testimoniare all’udienza. Ma non è chiaro se quelle discussioni lo costringeranno a dimettersi.

La lettera del comitato che accompagna la citazione ha riassunto ciò che il comitato ha fornito in una serie di audizioni per dimostrare perché ritiene che Trump abbia “pianificato e supervisionato personalmente” gli sforzi per truccare le elezioni del 2020.

Nella citazione, il comitato ha chiesto a Trump di consegnare tutte le comunicazioni inviate o ricevute tra il giorno delle elezioni il 3 novembre 2020 e l’inaugurazione di Biden il 20 gennaio 2021. Un piano ampio per battere le elezioni del 2020.

Chiedere a Trump di consegnare tutti i record di telefonate, messaggi di testo o comunicazioni con qualsiasi membro del Congresso dal 18 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021; In particolare tutte le sue comunicazioni del 6 gennaio ed eventuali comunicazioni o tentativi di contattare altri testimoni all’udienza del collegio.

L’ampia richiesta di documento richiede tutti i documenti e le comunicazioni relativi o “in qualsiasi modo” riferiti a membri degli Oath Keepers, Proud Boys o altri gruppi estremisti dal 1 settembre 2020 ad oggi. La richiesta di documenti del comitato è composta da 19 diverse categorie.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori dettagli.

READ  La Gran Bretagna è ancora divisa sulla candidatura di Boris Johnson alla carica di primo ministro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.