Il bilancio delle vittime dell’uragano Ian aumenta nei quartieri devastati mentre le squadre vanno porta a porta alla ricerca di sopravvissuti in Florida



CNN

Dopo L’uragano Ian Nelle comunità devastate della Florida, le squadre di soccorso che vanno porta a porta in cerca di sopravvissuti riportano un alto numero di vittime e i residenti che lottano con le perdite devono affrontare una lunga e scoraggiante ripresa.

A partire da lunedì, almeno 101 persone sono state uccise dagli uragani in Florida, 54 delle quali nella sola contea di Lee. Ian ha anche causato la morte di quattro persone nella Carolina del Nord.

Ian ha colpito la Florida mercoledì scorso come un furioso uragano di categoria 4. Giorni dopo, centinaia di migliaia di residenti delle comunità insulari tagliate fuori dalla terraferma sono senza elettricità e i floridiani sono senza casa.

In alcuni casi, anche funzionari governativi sono stati coinvolti in operazioni di soccorso tra coloro che hanno perso la casa.

Il consigliere comunale di Fort Myers Beach, Bill Veach, ha detto che il suo cottage di 90 anni sta cadendo a pezzi, con solo una parte di una recente aggiunta in piedi. Pezzi della sua casa sono stati trovati a due isolati di distanza, ha detto.

“Quando cammini tra le rovine, è una scena apocalittica”, ha detto Veech dell’ambiente circostante.

Eppure, anche tra le macerie, ci sono stati momenti di speranza, ha detto.

“Vedi un amico di cui non eri sicuro fosse vivo o morto, e questo ti rende felice. Molto più gioia della perdita di proprietà”, ha aggiunto Weach.

I soccorritori in tutto lo stato stanno aiutando le persone bloccate in barca e in aereo. A partire da lunedì, più di 1.900 persone sono state salvate, ha detto il governatore Ron DeSantis durante una conferenza stampa.

Alcuni residenti che hanno aspettato con ansia di avere notizie dai loro cari hanno ricevuto notizie inimmaginabili.

La famiglia di Elizabeth McGuire ha detto di averle parlato per l’ultima volta mercoledì e di avere problemi a raggiungerla. Venerdì hanno appreso che il 49enne è stato trovato morto nella sua casa di Cape Coral.

La polizia ha detto alla sua famiglia che è morta sul letto dove aveva il cellulare e suo figlio, Andrew Sedester, ha detto che sembrava fosse morta sul colpo.

La madre di McGuire, Susan McGuire, ha detto che i danni causati dalla tempesta sono stati “enormi”.

Susan McGuire, che si è trasferita in Florida dal Maryland alcuni anni fa, ha detto: “Cento bufere di neve non ti costeranno quello che ti costerà un uragano”. “Gli affari di mio marito sono stati paralizzati, mia figlia è morta … la bufera di neve non mi ha portato via nulla”.

Una casa è rimasta in rovina lunedì dopo che l'uragano Ian ha colpito la spiaggia di Fort Myers, in Florida.

Il capo dei vigili del fuoco di Sanibel William Briscoe ha detto che ogni casa sull’isola di Sanibel ha mostrato danni dopo che Ian ha spazzato via parte della strada che li collegava dopo che era stata tagliata fuori dalla penisola della Florida.

“Ci sono molti posti invivibili. “Ci sono posti oltre la loro base che sono molto pericolosi”, ha detto Briscoe. “Le uova stanno correndo e ci sono serpenti ovunque.”

Gli equipaggi hanno evacuato 1.000 persone da Sanibal da quando l’uragano Ian ha attraversato l’isola, secondo Briscoe.

Uno scenario simile si svolge a Pine Island, la più grande isola barriera sulla costa del Golfo della Florida. Pochi giorni fa, era una tranquilla destinazione di pesca e kayak nota per la sua atmosfera da piccola città. Ora è una scena di carneficina, con strade screpolate e case distrutte.

Ian ha distrutto l’unico ponte per Pine Island, accessibile solo in barca o in aereo.

I rifornimenti vengono ora consegnati sull’isola in elicottero poiché alcuni residenti scelgono di rimanere, hanno detto i funzionari.

“Il cibo viene consegnato a Pine Island. Ora, è sufficiente per sostenerli nel lungo periodo? Non posso ancora dirlo, nessuno di noi può”, ha detto lunedì il manager della contea di Lee Roger Desjarlais.

medico di emergenza dott. Ben Abo ha negato che la tempesta avrebbe colpito l’area, dicendo che le squadre si stavano incontrando con i residenti che si diceva fossero a corto di rifornimenti.

“Vedo molto pessimismo, ma vedo anche speranza”, ha detto Abo. “Ricerca e soccorso urbano, soccorso antincendio, vedo dare alle persone la speranza che lo otterremo. Ma dobbiamo farlo per gradi.

DeSantis ha dichiarato lunedì che è in corso la costruzione di un ponte temporaneo per Pine Island e l’obiettivo è di completarlo entro la fine della settimana.

“Non è necessariamente un ponte dove vuoi andare a 45 miglia all’ora, ma almeno hai un collegamento con la terraferma”, ha detto il governatore.

La Guardia Nazionale trasporterà equipaggi di potenza a Sanibel e Pine Islands per iniziare a ripristinare l’energia.

A Fort Myers Beach, l’elettricità potrebbe non essere ripristinata per 30 giorni a causa di danni alle infrastrutture elettriche, secondo Desjarlais.

Ha dipinto un quadro cupo dell’area, descrivendo i rischi ambientali causati dalla fuoriuscita di diesel e carburante e dalle migliaia di barche e navi distrutte sommerse in acque poco profonde e affondate tra le mangrovie.

I membri della Guardia nazionale dell'esercito della Florida, Tim Tuitt (L) e John Davis, assistono lunedì alle evacuazioni sulla scia dell'uragano Ian al largo di Fort Myers.

Dopo che Ian ha colpito la costa occidentale della Florida, un uomo di Napoli è quasi andato in salita. Mezzo miglio di inondazione per salvare la madre di 85 anni.

Johnny Lauder, un ex agente di polizia, ha detto alla Galileus Web di aver agito dopo che sua madre, che usa una sedia a rotelle, l’ha chiamata in preda al panico e ha detto che l’acqua si stava riversando nella sua casa e le raggiungeva il petto.

Arrivò a casa e la trovò immersa nell’acqua fino al collo, ma felice di vedere suo figlio.

“L’acqua arrivava alle finestre e l’ho sentita urlare all’interno”, ha detto Lauder. “In quel momento è stata sia una paura che un sospiro di sollievo, una paura che potesse farsi male, un sospiro di sapere che aveva ancora l’aria nei polmoni”.

Lauder è stato in grado di portare in salvo sua madre mentre l’alluvione iniziava a diminuire.

Non è chiaro quante persone siano rimaste disperse dopo la tempesta. Il direttore della divisione della Florida per la gestione delle emergenze, Kevin Guthrie, ha affermato che i funzionari stanno lavorando per compilare un elenco delle persone scomparse.

Tonya Werner è tra coloro che aspettano notizie su una persona cara. Sono passati tre giorni da quando ha sentito suo padre, David Park, che è stato ricoverato alla Shorepoint ICU a Port Charlotte pochi giorni prima dell’atterraggio dell’uragano Ian.

“Era su un ventilatore fino a venerdì, e quello è stato l’ultimo contatto”, ha detto Tonya alla CNN. “Niente telefoni, niente. Non so nemmeno se è vivo. Poiché siamo bloccati, ho contattato in ogni modo possibile, chiedendo informazioni. E non c’è modo di contattarlo.

Tonya vive a quasi un’ora da Port Charlotte e Arcadia è stata tagliata fuori dalle inondazioni nell’area, cosa che ha detto ha impedito a chiunque di attraversare la città.

Gli ospedali della Florida hanno subito “una pressione significativa” sulla capacità da quando Ian ha colpito, ha affermato Mary Mayhew, presidente e CEO della Florida Hospital Association.

I reparti di emergenza sono stati danneggiati, molti operatori ospedalieri sono stati sfollati o hanno perso i veicoli durante la tempesta e il personale ha sofferto a causa della perdita di accesso affidabile all’acqua delle strutture.

Gli ospedali in genere non evacuano i pazienti che non hanno un posto dove andare, indipendentemente dal fatto che le loro case siano state danneggiate dalla tempesta o che le loro case di cura siano state evacuate e temporaneamente chiuse.

READ  L'hedge fund Galois Capital afferma di avere metà del suo capitale vincolato in FTX Exchange -FT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.