Dow sale, big tech crolla: quali sono le prospettive per le azioni mentre gli investitori attendono la guida della Fed

La scorsa settimana ha fornito una storia di due mercati, con guadagni per il Dow Jones Industrial Average che ha messo l’indicatore blue-chip sulla buona strada per il suo miglior ottobre, mentre i pesi massimi Big Tech hanno subito un bombardamento. Primi anni 2000.

“Hai un freno”, ha detto Dan Suzuki, vice chief investment officer di Richard Bernstein Advisors LLC (RPA), in un’intervista telefonica.

Per quanto riguarda il settore tecnologico, in particolare i nomi delle megacap, è stato un grosso freno alla performance degli utili. Dopotutto, il mercato è stato ipervenduto a breve termine, mentre la fiducia si basava sulle aspettative che la Federal Reserve e le altre principali banche centrali globali sarebbero state meno aggressive nell’inasprire la politica monetaria in futuro, ha affermato.

Secondo: Le aspettative del mercato stanno cominciando a cambiare nella direzione di un ritmo più lento di rialzi dei tassi da parte della banca centrale

Ciò che è significativo è che il settore tecnologico sensibile ai tassi di interesse dovrebbe beneficiare di una moderazione delle aspettative per una politica monetaria più restrittiva, ha affermato Suzuki, sostenendo che i titoli tecnologici potrebbero essere sottoperformanti a lungo termine. Il mercato ha registrato una ripresa negli ultimi 12 anni, con prestazioni smorzate dai crescenti guadagni in seguito all’inizio della pandemia di Covid-19 nel 2020.

Suzuki sostiene che la RBA “ha avuto un’enorme bolla all’interno di parti chiave del mercato azionario da oltre un anno”. “Pensiamo che questo sia il processo di sgonfiaggio della bolla e pensiamo che ci sia ancora molta strada da fare”.

Dow DJIA,
+2,59%
Venerdì, è salito di quasi 830 punti, o 2,6%, per chiudere al massimo di due mesi e registrare un guadagno settimanale di oltre il 5%. Il guadagno di ottobre dell’indicatore blue-chip è stato del 14,4% fino a venerdì, segnando il suo aumento mensile più forte da gennaio. 1976 E la chiusura di lunedì è stata il più grande guadagno di ottobre mai registrato, secondo i dati di mercato del Dow Jones.

READ  California, Iowa, New Mexico, South Dakota e molti altri

Nonostante sia stata una settimana difficile per molte delle più grandi bestie della Big Tech, il COMP composito Nasdaq ad alto contenuto tecnologico,
-8,39%
E i settori legati alla tecnologia sono aumentati notevolmente venerdì. Il Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, è aumentato di oltre il 2% per la settimana, mentre l’S&P 500 SPX,
+2,46%
In aumento di quasi il 4% sulla settimana.

Le grandi aziende tecnologiche hanno perso oltre 255 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato nell’ultima settimana. La società Apple. AAPL,
+7,56%
Dopo essere sfuggiti alla carneficina, gli investitori si sono mobilitati venerdì perché sembravano stare bene Un conto economico composito. Una parata di guadagni deludenti per la società madre di Facebook Meta Platforms Inc. Le azioni di META sono crollate,
+1,29%,
Il genitore di Google Alphabet Inc. GOOG,
+4,30%

Google,
+4,41%,
Amazon.com Inc. AMZN,
-6,80%
e Microsoft MSFT,
+4,02%.

Marco Hulbert: Le azioni tecnologiche cadono: sai quando acquistarle di nuovo

Le cinque società si sono unite per perdere 3 trilioni di dollari di capitalizzazione di mercato quest’anno, secondo i dati di mercato del Dow Jones.

Commento: Perdita di $ 3 trilioni: l’anno terribile di Big Tech peggiora

Gli aggressivi rialzi dei tassi di interesse da parte della Fed e di altre importanti banche centrali quest’anno hanno punito maggiormente i titoli tecnologici e di crescita perché il loro valore si basa sulle aspettative di guadagni e liquidità. Un aumento dei rendimenti dei Treasury, considerati privi di rischio, aumenta il costo opportunità di detenere attività più rischiose come le azioni. E più a lungo si allungano i rendimenti attesi, maggiore è la vincita.

READ  Il Dipartimento di Giustizia si rifiuta di accusare Meadows e Scavino di aver insultato il Congresso

L’eccesso di liquidità – un ingrediente chiave in qualsiasi bolla – ha anche contribuito alla debolezza tecnica, ha affermato Suzuki della RBA.

Ora gli investitori vedono un rischio crescente per i grandi guadagni tecnologici da un rallentamento generale della crescita economica, ha affermato Suzuki.

“Molte persone pensano che si tratti di titoli a crescita secolare e quindi immuni agli alti e bassi dell’economia in generale – empiricamente non è vero quando si guarda alla storia degli utili di questi titoli”, ha affermato.

Sebbene la sovraperformance della tecnologia durante la recessione indotta dal Covid possa aver dato agli investitori l’impressione sbagliata, il settore sta beneficiando di circostanze uniche che hanno visto famiglie e imprese fare più affidamento sulla tecnologia in un momento in cui i redditi stanno aumentando grazie allo stimolo fiscale del governo. In una recessione generale, ha affermato, i profitti della tecnologia sarebbero più sensibili dal punto di vista economico.

La riunione politica della banca centrale sarà l’evento chiave della prossima settimana. Mentre gli investitori e gli economisti si aspettano ampiamente che i responsabili politici forniscano un altro aumento del tasso di 75 punti base, o 0,75 punti percentuali, quando l’incontro di due giorni si concluderà mercoledì, crescono le aspettative che dicembre potrebbe essere breve per il presidente Jerome Powell. .

Tuttavia, tutti e tre i principali indici sono in mercati ribassisti, quindi la domanda per gli investitori è se il rimbalzo sopravviverà questa settimana se Powell non riuscirà a segnalare una riduzione delle aspettative per un aumento dei tassi la prossima settimana.

Vedere: Un altro rialzo del tasso jumbo della Fed è previsto la prossima settimana, e poi la vita si fa più dura per Powell

READ  ESCLUSIVO: Mark Meadows rispetta la citazione del DOJ all'udienza del 6 gennaio

Queste aspettative hanno contribuito ad alimentare i grandi guadagni del Dow la scorsa settimana. Il capostipite dell’economia globale Caterpillar Inc. gatto,
+3,39%.

Nel complesso, il Dow ha beneficiato perché è “molto ricco di tecnologia in termini di luce, energia e industria, e sono vincitori”, ha affermato Art Hogan, B. Chief Market Strategist presso Riley Wealth Management. ha affermato Joseph Adinolfi di MarketWatch Di venerdì. “Il Dow ha più vincitori incorporati e questo è il segreto del suo successo”.

Nel frattempo, Invesco S&P 500 Equal Weight ETF RSP ha sovraperformato,
+2,08%,
In rialzo del 5,5% per la settimana, l’SPDR S&P 500 ETF Trust SPY ponderato per la capitalizzazione di mercato,
+2,38%,
Sebbene la tecnologia possa essere soggetta a cali più elevati, “le parti tradizionali dell’economia, compresi i settori che operano a valutazioni inferiori, si stanno dimostrando resilienti poiché i mercati più ampi si sono ripresi quasi due settimane fa”, ha affermato Tom Esse, fondatore di Sevens Report Research. , in una nota del venerdì.

“In retrospettiva, questo mercato e questa economia stanno iniziando a ricordarmi il sistema 2000-2002, in cui l’estrema debolezza tecnica ha pesato sui principali indici, ma le parti tradizionali del mercato e dell’economia hanno funzionato bene”, ha scritto.

Suzuki ha affermato che gli investitori dovrebbero ricordare che “i mercati ribassisti significano sempre un cambiamento nella leadership” e che la tecnologia potrebbe non prendere il sopravvento quando inizierà il prossimo mercato rialzista.

“Non si può sostenere che abbiamo già un segnale, e il segnale dice che il prossimo ciclo non sarà per niente come gli ultimi 12 anni”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.