Biden non riesce a garantire maggiore sicurezza, promesse petrolifere al vertice arabo

  • Biden dice che l’America rimarrà impegnata nei confronti degli alleati
  • L’America spera di unificare Israele
  • Il principe saudita ha respinto i diritti umani

GEDDA, ​​Arabia Saudita, 16 luglio (Reuters) – Il presidente Joe Biden ha detto sabato ai leader arabi che gli Stati Uniti saranno un partner attivo in Medio Oriente, ma non si sono impegnati in un asse di sicurezza regionale che includa Israele. Immediato aumento della produzione di petrolio.

“L’America, insieme a tutti voi, è impegnata nella costruzione di un futuro positivo per la regione – e l’America non sta andando da nessuna parte”, ha detto, secondo una trascrizione del suo discorso.

Iniziando il suo primo viaggio in Medio Oriente come presidente con una visita in Israele, Biden ha esposto la sua visione e strategia per l’impegno dell’America in Medio Oriente al Vertice arabo di Gedda.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Tuttavia, il rapporto del vertice era ambiguo e il più importante alleato arabo di Washington, l’Arabia Saudita, ha versato acqua fredda sulle speranze degli Stati Uniti che il vertice avrebbe contribuito a gettare le basi per un’alleanza di sicurezza regionale – incluso Israele – per combattere le minacce iraniane.

Durante un incontro con il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, Biden ha sollevato la delicatissima questione dei diritti umani, attirando critiche dal principe ereditario, noto anche come MbS.

“Riteniamo che ci sia un grande valore nell’aggiungere quante più capacità possibili alla regione e, naturalmente, Israele ha notevoli capacità di difesa aerea e missilistica”, ha detto il funzionario ai giornalisti.

READ  40 La migliore ricevitore satellitare del 2022 - Non acquistare una ricevitore satellitare finché non leggi QUESTO!

Un piano per collegare i sistemi di difesa aerea ai paesi arabi senza legami con Israele potrebbe essere una vendita difficile come parte di una coalizione anti-iraniana con una forte rete regionale che include Iraq, Libano e Yemen.

Il ministro degli Esteri dell’Arabia Saudita, il principe Faisal bin Farhan Al Saud, ha affermato di non essere a conoscenza di alcuna discussione su un’alleanza di sicurezza del Golfo-Israele e che il regno non è stato coinvolto in tali negoziati.

Ha detto ai giornalisti dopo il vertice arabo-americano che l’apertura dello spazio aereo di Riyadh a tutti i vettori aerei non aveva nulla a che fare con lo stabilire legami diplomatici con Israele e non era un precursore di ulteriori azioni. leggi di più

Biden si è concentrato sui vertici con sei stati del Golfo e l’Egitto, la Giordania e l’Iraq, mentre ha minimizzato l’incontro con MbS, che ha suscitato critiche negli Stati Uniti per le preoccupazioni sui diritti umani.

Biden aveva detto che avrebbe reso la potenza regionale dell’Arabia Saudita un “paria” sulla scena mondiale dopo l’uccisione nel 2018 del giornalista Jamal Khashoggi da parte di agenti sauditi, ma alla fine gli interessi degli Stati Uniti hanno dettato un riallineamento, non una rottura, delle relazioni con i principali colossi petroliferi mondiali . Esportatore.

Il principe ereditario ha detto a Biden che l’Arabia Saudita aveva agito per evitare che errori come l’omicidio di Khashoggi si ripetessero e che gli Stati Uniti avevano commesso errori, anche in Iraq, ha detto un ministro saudita.

Pompa a pugno

Biden ha scambiato un pugno con MbS venerdì, ma gli ha detto di averlo ritenuto responsabile dell’omicidio di Khashoggi all’ambasciata saudita a Istanbul.

“Il presidente ha sollevato la questione… e ha risposto che è stato un episodio doloroso per l’Arabia Saudita e un terribile errore”, ha detto il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir.

Gli accusati sono stati portati in giudizio e condannati al carcere, ha detto.

Le agenzie di intelligence statunitensi ritengono che il principe ereditario abbia ordinato l’uccisione di Khashoggi, cosa che lui nega.

Parlando con Reuters della conversazione di venerdì, Jubair ha affermato che MbS ha affermato che cercare di imporre valori con forza ad altri paesi potrebbe ritorcersi contro.

“Quando l’America ha cercato di imporre valori all’Afghanistan e all’Iraq, non ha funzionato. In effetti, si è ritorto contro”, ha citato il principe ereditario Jubeir dicendo a Biden. “I paesi hanno valori diversi e quei valori dovrebbero essere rispettati!”

Lo scambio ha evidenziato le tensioni che hanno pesato sulle relazioni tra Washington e il suo più stretto alleato arabo, Riyadh, su questioni come Khashoggi, i prezzi del petrolio e la guerra in Yemen.

Biden ha bisogno dell’aiuto del colosso dell’OPEC Arabia Saudita tra gli alti prezzi del greggio e altre questioni legate al conflitto Russia-Ucraina. Washington vuole limitare il dominio dell’Iran nella regione e l’influenza globale della Cina.

Biden è arrivato in Arabia Saudita sperando di raggiungere un accordo sulla produzione di petrolio per aiutare a ridurre i prezzi della benzina che hanno spinto l’inflazione ai massimi di 40 anni e minacciato i suoi indici di approvazione.

READ  40 La migliore smartphone prezzo qualita del 2022 - Non acquistare una smartphone prezzo qualita finché non leggi QUESTO!

Ha lasciato la regione sperando che il gruppo OPEC+, che comprende Arabia Saudita, Russia e altri produttori, aumenti la produzione in una riunione del 3 agosto.

“Non vedo l’ora di vedere cosa accadrà nei prossimi mesi”, ha detto Biden.

Sicurezza del cibo

Un secondo alto funzionario dell’amministrazione ha affermato che Washington ha impegnato 1 miliardo di dollari in nuovi aiuti per la sicurezza alimentare a breve e lungo termine in Medio Oriente e Nord Africa e che i paesi del Golfo avrebbero impegnato 3 miliardi di dollari in progetti nei prossimi due anni. Partecipazione alle partnership statunitensi in infrastrutture e investimenti globali.

Gli Stati del Golfo, che si sono rifiutati di schierarsi con l’Occidente contro la Russia per l’Ucraina, chiedono un impegno più fermo per i legami strategici dagli Stati Uniti.

Vedono Riyadh e Abu Dhabi come svantaggiate dalle condizioni degli Stati Uniti sulla vendita di armi e dall’esclusione dai colloqui indiretti USA-Iran per rinnovare l’accordo nucleare del 2015, senza affrontare le preoccupazioni sul programma e sul comportamento missilistico iraniano.

Israele ha promosso il viaggio di Biden in Arabia Saudita, sperando che avrebbe portato a legami più caldi tra se stesso e Riyadh come parte di una più ampia riconciliazione araba.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Maha El Dahan a Jeddah e John Irish a Parigi, Kaida Candes e Michael Giorgi Montaggio di Timothy Heritage e Helen Popper

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.