5 cose da sapere prima dell’apertura dei mercati azionari lunedì 5 dicembre

I trader lavorano sul pavimento della Borsa di New York durante le negoziazioni mattutine del 2 dicembre 2022 a New York City.

Michele M. Santiago | Belle foto

Ecco le notizie più importanti per gli investitori per iniziare la loro giornata di trading:

1. In attesa presso la banca centrale

2. Le speranze di Covid daranno impulso ai mercati cinesi

Una persona passa davanti a un poster che incoraggia gli anziani a farsi vaccinare contro il coronavirus (COVID-19) vicino a un complesso residenziale a Pechino, in Cina, il 30 marzo 2022. Foto scattata il 30 marzo 2022.

Wang Tingshu | Reuters

La politica “zero Covid” del presidente cinese Xi Jinping ha sconvolto per qualche tempo una parte importante dell’economia globale, provocando frequenti blocchi. crimpare le catene di approvvigionamento e isolare i consumatori per periodi di tempo più lunghi. Tuttavia, ci sono segnali che sta iniziando ad allentarsi dopo che le persone in tutta la Cina sono scese in piazza contro la politica in una rara dimostrazione di protesta unita nelle ultime settimane. Pechino e Shenzhen hanno dichiarato durante il fine settimana che alleggeriranno la regola che richiede test Covid negativi prima del viaggio. A sua volta, Le azioni cinesi sono salite. Anche gli analisti di Morgan Stanley hanno alzato il rating sulle azioni cinesi, affermando che “il percorso verso la riapertura è finalmente tracciato, forse piatto, ma non regressivo”.

3. Il petrolio recupera

Ha anche dato notizie dalla Cina Una leggera pressione sui prezzi del greggioÈ rimasto indietro in parte a causa delle preoccupazioni per la scarsa domanda da parte del paese di 1,4 miliardi. Future sul greggio WTI Lunedì mattina è stato scambiato sopra gli 80 dollari, mentre il greggio Brent è salito a 86 dollari. I prezzi del petrolio hanno ricevuto un po’ di supporto dall’OPEC+, che ha affermato che sarebbe rimasta fedele Piano per ridurre la produzione, il G-7 ha abbassato il prezzo massimo di 60 dollari al barile del petrolio russo. “Se non sai quanto la produzione russa diminuirà dopo oggi, mantenere la stabilità è la decisione giusta”, ha detto alla CNBC Amrita Sen, capo della ricerca presso la società di consulenza energetica Energy Aspects.

4. Corsa per i numeri. 2

Il 20 settembre 2022, Ford Motor Co. ha prodotto il Rouge Electric Vehicle Center a Dearborn, nel Michigan. Un operaio lavora sul letto per i camion F-150 Lightning alimentati a batteria.

Jeff Kowalski | AFP | Belle foto

La quota di Tesla nel mercato dei veicoli elettrici negli Stati Uniti si sta riducendo, ma continua a dominare mentre le case automobilistiche tradizionali competono. Questo rende la battaglia per il secondo posto molto serrata. la settimana scorsa, Guado segnalato I numeri di vendita di veicoli elettrici lo rendono no. 2, un knockout Hyundai (ma solo se non si contano le vendite del veicolo a celle a combustibile a idrogeno Nexo di Hyundai). Hyundai è anche in svantaggio perché i suoi veicoli non si qualificano per i crediti d’imposta sui veicoli elettrici statunitensi ai sensi della nuova legge sulla riduzione dell’inflazione del presidente Joe Biden. Ford afferma di detenere ora il 7,4% del mercato dei veicoli elettrici, rispetto al 5,7% di novembre dello scorso anno. Tesla Controllando il 65% del mercato, tuttavia, il rivale di Ford, Motori generali, si è posta l’ambizioso obiettivo di n. 1 Entro la metà del decennio.

5. Esplosioni in una base aerea russa

Soldati ucraini guidano un veicolo blindato vicino al fronte di Toretsk nel Donbass, in Ucraina, il 2 dicembre 2022.

Agenzia Anadolu | Agenzia Anadolu | Belle foto

READ  Tesla pubblica consegne trimestrali ma manca le stime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.